Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bollo Auto, oltre 1 mln di euro dalla Regione a Equitalia per la riscossione: Rosso e Melgrati presentano interrogazione

Genova. La Regione rinnova la convenzione con Equitalia Nord per la riscossione del bollo ed approva un atto di integrazione all’accordo sottoscritto dalle parti. Lo attesta la delibera del 13 luglio 2012 approvata dalla Giunta regionale dalla quale si evince anche che la spesa che l’amministrazione regionale dovrà sostenere ai fini della riscossione della morosità relativa alla tassa in questione ammonta ad euro 1.100.000,00 a favore di Equitalia.

Sulla questione intervengono i consiglieri regionali del Pdl Matteo Rosso e Marco Melgrati che fanno sapere di aver presentato un interrogazione urgente per avere spiegazioni su questo tipo di servizio: “Vogliamo sapere se l’importo che la Regione Liguria dovrebbe riscuotere è superiore, e di quanto, a quello che dovremo spendere per affidare questo incarico che ricordo ci costa 1 milione e 100 mila euro. Inoltre vorremmo conoscere quali criteri e quali procedure vengono utilizzati per questa riscossione e cioè se in un tempo di grosse difficoltà come quello che stiamo attraversando vi è anche una valutazione di tipo soggettivo rispetto ai singoli contribuenti morosi”.

In poche parole Rosso e Melgrati chiedono se Equitalia utilizzerà anche il buon senso in queste procedure cercando di comprendere chi ha di fronte “ crediamo – spiegano i consiglieri regionali – che sia doveroso essere rigidi con chi evade ma è evidente che potrebbe pagare mentre con chi non c’è la fa perché in pesanti, precarie e difficili condizioni economiche, e che magari utilizza l’autovettura come mezzo per trasportare anziani o disabili , ritengo sia giusto utilizzare anche un pò di umanità e tanto buon senso”.

Gli esponenti del Pdl ci tengono a rimarcare quanto sia dovere di ogni buon cittadino pagare le tasse ma precisano: “ pensiamo anche che stiamo attraversando una periodo di congiuntura economica talmente difficile che una valutazione sulla situazione finanziaria delle persone vada fatta e vada tenuta in considerazione”.

“Se poi consideriamo – aggiungono i rappresentanti del centro destra – che costante in queste ultimi anni sono stati gli aumenti dei biglietti per l’utilizzo dei mezzi pubblici quasi sempre inefficienti (vedi i persistenti ritardi e soppressioni di treni ad esempio) divenuti ormai non dico un lusso ma quasi (basti pensare ad esempio che un abbonamento regionale del treno La Spezia – Genova costa la bellezza di oltre 90 euro) si comprende come diventa sempre più indispensabile utilizzare la propria autovettura personale per recarsi al lavoro”.

“Di fronte a tutto ciò non è pensabile che la Giunta regionale nasconda la testa sotto la sabbia ma ritengo sia doveroso che si preoccupi di promuovere politiche in questo campo che non siano solo attente al rientro di tasse evase ma in qualche modo vadano incontro al cittadino oggi sempre più massacrato da tasse e balzelli di ogni genere, soffocato da una pressione fiscale che sta facendo del ceto medio i nuovi poveri del nostro Paese. Auspichiamo in questo senso di riuscire ad ottenere risposte esaustive, che sappiano guardare verso il cittadino non solo come “ una mucca da mungere” ma con una maggiore umanità tenendo in considerazione il difficile momento che stiamo vivendo”, concludono Matteo Rosso e Marco Melgrati.