Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ayusya, costituito comitato locale contro la vivisezione: “Una firma può fare la differenza”

San Colombano. Dal 1° aprile 2012 grazie all’iniziativa popolare con un milione di firme i cittadini europei possono partecipare in prima persona all’attività legislativa dell’Unione Europea. “Stop Vivisection” dà la possibilità ai cittadini di esprimere il proprio “no” alla sperimentazione animale e di richiedere con forza all’Unione Europea un percorso scientificamente avanzato, a tutela degli esseri umani e dei diritti degli animali.

“Dietro ‘Stop vivisection’ non vi sono lobby, partiti politici o grandi risorse finanziarie ma solo un gruppo di persone impegnate in maniera volontaria e trasparente, che credono nella partecipazione diretta dei cittadini all’attività legislativa europea, ben oltre la mera protesta – spiega l’associazione Ayusya – Solo grazie al contributo e all’impegno di ciascun singolo cittadino, associazione e comitato che crede in questa causa sarà possibile raggiungere il milione di firme e ottenere il successo della campagna ‘Stop vivisection’”.

Ayusya ha costituito un comitato locale (comitato Novivisezione), e i dati saranno inseriti sul sito www.stopvivisection.eu attraverso una mappa on line, così da poter essere rintracciati da tutti coloro che vorranno firmare l’iniziativa popolare europea “Stop Vivisection” nel territorio.

“E’ importante che, chiunque ne abbia la facoltà, firmi: anche solo una firma può fare la differenza”, precisa l’associazione di San Colombano.