Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A Cornigliano la festa degli orti sinergici organizzata da Terra! onlus

Più informazioni su

Genova. L’associazione “Terra!Onlus” dà avvio alla quarta festa degli orti sinergici a Cornigliano, nel parco urbano di Valletta san Pietro per sensibilizzare i cittadini del quartiere e promuovere un nuovo modo di utilizzare gli spazi urbani.

L’ ultima festa organizzata a Vesima ha visto la partecipazione di 200 persone che hanno visitato gli orti sinergici più antichi d’Italia nel bellissimo borgo di Vesima.

“Quest’anno abbiamo scelto di spostare l’attenzione da Vesima a Cornigliano per mettere in luce il progetto di orti sociali che stiamo portando avanti dall’ anno scorso che offre molte opprtunità di recupero sociale e ambientale per il quartiere – spiega Silvia Cama architetto dell’associazione – Uno spazio riqualificato grazie alla collaborazione della rete Yepp una rete di associazioni presenti sul territorio e la collaborazione del municipio 6ponente che ha assegnato un pezzo di terra all’ interno del parco”.

Gli orti in agricoltura sinergica sono gestiti dai volontari di Terra! insieme a studenti, persone che vivono nel quartiere e giovani che vengono ad aiutare nelle semine.

“Gli orti sono inseriti in uno spazio verde circondato dal quartiere, tre alti palazzi da dove, persone incuriosite osservano quelle strane aiuole rialzate con piante diverse e coperte di paglia e cippato di legno. Il nostro obiettivo – spiega Simone Benevelli custode degli orti dell’associazione Terra!- è quello di coinvolgere sempre più il quartiere e i bambini che abitano qui vicino.Gli orti vengono gestiti dai custodi e i prodotti vengono suddivisi equamente tra le persone che collaborano alla gestione dell’ orto ad oggi, attraverso il buon senso e la disponibilità di tutti”.

“Questi orti sono importanti perchè oltre a dare prodotti sani e buoni creano spazi e momenti di convivialità e di relazione che aiutano a prevenire situazioni conflittuali e promuovono un presidio costante sul territorio.
E’ interessante notare che la presenza degli orti urbani dal punto di vista storico ha segnato le diverse fasi di cambiamento della società – spiega Giorgia Bocca portavoce dell’associazione Terra! – Basta pensare agli orti di guerra, nati e sviuluppati all’ interno del tessuto urbano per bilanciare la crisi alimentare che il nostro paese stava vivendo in quel periodo storico,per spostarsi verso le periferie .Gli orti spariscono ma non del tutto, per ricomparire come oggi nelle zone definite periurbane, zone di transizione tra città e campagna che dal punto di vista sociale segnano “il riscatto delle periferie” da zone degradate a zone ricercate. Non è un caso quindi che Terra! abbia voluto fortemente impegnarsi su questo progetto e svolgere la festa degli orti,qui a Cornigliano zona industriale”.

La mattinata del sabato inizia presto con un impasto collettivo con pasta madre che si svolgerà al Centro anziani Auser insieme alle donne del centro che impasteranno con noi la pasta della pizza che sarà infornata nel forno a legna del circolo Rozzoglio. Per ridurre L’ impatto ambientale utilizzeremo farina e pelati bio e serviremo la pizza su delle foglie di fico.

Nel tardo pomeriggi Debora Lucchetti parlerà della filiera del pane,dei grani autoctoni e della storia di Iris azienda agricola bio che coltiva grano antico e produce pasta.

La giornata proseguirà con le visite guidate agli orti sinergici per poi nel pomeriggio presentare i diversi ospiti amici dell associazione con cui terra! ha collaborato nell’anno.
Il tutto terminerà con musica e giochi per bambini.

La festa vuole ridurre l’impatto ambientale per questo motivo viene chiesto ai partecipanti di portare da casa il proprio tovagliolo, posata e piatto e anche uno strumento musicale.