Voltri, droga nascosta tra i medicinali per i terremotati: maxi sequestro di cocaina purissima - Genova 24
Cronaca

Voltri, droga nascosta tra i medicinali per i terremotati: maxi sequestro di cocaina purissima

Voltri. Speravano di farla franca nascondendo la cocaina tra i medicinali diretti in Emilia Romagna per i terremotati, ma il loro piano non è andato a buon fine grazie a un controllo effettuato dai carabinieri dei Nas e dagli uomini dell’Ufficio della Dogane nel porto di Voltri.

Dodici chili di cocaina purissima proveniente dal Sud America, che una volta immessi sul mercato avrebbero fruttato circa 1 milione di euro, sono stati trovati e sequestrati in un container al Terminal Europa. La droga era suddivisa in 11 panetti e nascosta tra farmaci e dispositivi medici provenienti dalla Repubblica Domenicana e diretti ad un’azienda con sede in Emilia Romagna, proprio nelle zone colpite dal terribile terremoto.

“Stavamo svolgendo un normale controllo volto a scoprire l’eventuale presenza di dispositivi medici non conformi e casualmente abbiamo trovato una sacca che nulla aveva a che fare con quanto dichiarato allo spedizioniere dal mittente – spiega Gian Mario Carta, dirigente dei Nas – all’interno della borsa c’erano 12 chili di cocaina pura provenienti da Santo Domingo e diretti in Emilia Romagna, proprio a una ditta che ha sede nelle zone terremotate”.

Da qui nasce il forte dubbio, che è anche qualcosa di più di un semplice dubbio. “Il camion è partito 4 giorni dopo la terribile scossa che ha causato morte e distruzione, quindi non è escluso che i narcotrafficanti abbiano tentato di sfruttare questa tragedia per farla franca”, conclude il dirigente Carta.

Un normale controllo, quindi, ha consentito di impedire l’arrivo a destinazione di questo ingente quantitativo di cocaina. “Sono controlli mirati, in questo caso per analizzare importazioni di prodotti medicali, da qui la collaborazione con i Nas – dichiara Claudio Monteverdi, direttore ufficio delle Dogane di Genova – E’ in assoluto la prima volta che scopriamo in questo ambito la presenza di droga”.