Quantcast
Cronaca

Temperature infuocate, piccola tregua nei prossimi giorni: fine mese a 40 gradi

Una piccola pausa dalla canicola, con temperature in lieve calo, è prevista per i prossimi giorni con attenuazione dell’afa, ma sarà solo una momentanea illusione: il caldo tornerà, e più “scottante” di prima. Lo dicono gli esperti di 3bmeteo.com.

Secondo il meteorologo Edoardo Ferrara infatti, “dopo una prima parte di settimana con caldo della norma, grazie alla temporanea espansione dell’alta pressione delle Azzorre, l’alta pressione africana prenderà di nuovo il sopravvento. Il picco del caldo è atteso a fine mese, con termometri oltre i 35°C su tutto lo Stivale, ma con punte nuovamente a 40°.

Saranno da bollino rosso città come Milano, Ferrara, Bologna, Firenze, Perugia, Roma, l’Aquila, Benevento, Avellino, Matera, Foggia e Cosenza. Al caldo si aggiungeranno elevate concentrazioni di Ozono, che specie nelle aree urbane potranno comportare qualche rischio per la salute.

“Qualche temporale anche forte al Nordest ad inizio settimana, con temporaneo smorzamento della calura”, proseguono da 3bmeteo.com. Non solo l’Italia ma anche gran parte di Europa e Nord America soffre il gran caldo. Anzi è proprio alle latitudini polari che le anomalie si fanno più vistose: su Canada orientale, Alaska e Siberia le anomalie raggiungono anche gli 8-10 gradi. Negli ultimi 10 giorni i ghiacci artici si stanno fondendo ad un ritmo 5 volte superiore al normale, tanto che la previsione è che alla fine dell’estate possano raggiungere la peggiore estensione di sempre.

Più informazioni