Stazioni Brignole e Principe, i cantieri infiniti: c'è l'accordo, tra pochi giorni la ripresa dei lavori - Genova 24
Cronaca

Stazioni Brignole e Principe, i cantieri infiniti: c’è l’accordo, tra pochi giorni la ripresa dei lavori

Genova. Ancora pochi giorni e nei cantieri ormai infiniti delle stazioni di Genova Brignole e Genova Principe tornerà il lavoro, con un ritardo di oltre sei mesi sulla tabella di marcia.

Lo ha annunciato oggi con una nota ufficiale Grandi Stazioni mettendo un punto su una storia che stava diventando davvero infinita, con conseguenze catastrofiche sull’economia locale. I lavori di restauro nelle due stazioni, il cui appalto era stato affidato da Grandi Stazioni all’impresa edile Dec, sono stati sospesi, per non dire bloccati, a seguito delle vicende giudiziarie in cui è incappata la stessa Dec, impossibilitata, a un certo punto, a pagare i suoi lavoratori e non più in condizione di terminare l’opera.

Un’impasse drammatica, a cui è seguita una serrata trattativa da parte di sindacati e Regione, per far ottenere gli stipendi arretrati e mantenere il lavoro agli operai. L’accordo è arrivato tra aprile e maggio: cassa integrazione per i 19 lavoratori e corresponsione di stipendi arretrati e contributi non pagati.

“Sono state risolte anche le vicende riguardanti il pagamento degli stipendi arretrati – fa sapere Grandi Stazioni – mentre la Guerrato S.p.A. (la nuova società già facente parte dell’ATI che ha preso in appalto i lavori negli scali di Genova) ha manifestato la disponibilità ad assumere parte dei lavoratori”.

Per chiudere la vicenda mancava però un ultimo tassello: la ripresa dei lavori in modo da concludere la riqualificazioni di Principe e Brignole, oggetto di un botta e riposta a distanza, poco più di un mese, fa tra l’assessore regionale Enrico Vesco che sollecitava Grandi Stazioni e la società che rispediva al mittente ogni tipo di accusa.

Oggi la notizia: a Roma “le parti interessate hanno sottoscritto l’atto attraverso il quale verrà regolata la ripresa dei lavori anche negli scali di Genova Brignole e Genova Principe”. In base agli accordi raggiunti il completamento dei lavori in questione verrà integralmente curato dalla Guerrato S.p.A.

“Siamo riusciti a risolvere in un breve arco di tempo una situazione che rischiava di paralizzare per anni i lavori nei terminal ferroviari del capoluogo ligure – è il commento di Fabio Battaggia, Grandi Stazioni – Grazie alla serietà delle Società coinvolte, grazie all’aiuto della Regione e degli Enti locali e alla collaborazione delle Organizzazioni sindacali, la vicenda può definirsi chiusa”.

Fatte salve tutte le norme di sicurezza, la Regione si aspetta ora “una accelerazione dei lavori per recuperare i mesi perduti”. Enrico Vesco ha commentato positivamente l’avvio dei lavori: “ma l’impegno di tutti e, lasciatemelo dire, anche il nostro continuo pressing, hanno dato i risultati sperati”.
Un punto di partenza “per arrivare in tempi rapidi a dotare i due terminal genovesi di moderne strutture in grado di soddisfare i viaggiatori pendolari e i turisti”.