Spending review, prove tecniche a Tursi: un gettone per sei commissioni, ma è solo per oggi - Genova 24
Politica

Spending review, prove tecniche a Tursi: un gettone per sei commissioni, ma è solo per oggi

Genova. Sei commissioni convocate una dopo l’altra, gettone compreso: questo stamani l’ordine del giorno dei lavori in Aula Rossa. Se come da regolamento tutti i partecipanti avessero preso un gettone a commissione, circa 97 euro lordi, il conto sarebbe schizzato in alto. Un freno, in tempi di spending review, lo hanno messo come promesso, alcuni consiglieri comunali, non senza suscitare polemiche e qualche veleno in coda.

“Stamani pur avendo ben sei commissioni, dovevamo votare presidenti e vicepresidenti, un lavoro semplice – spiega Paolo Gozzi, Pd – Io e altri due consiglieri Pd, l’intero Movimento 5 Stelle, Sel e Lista Doria abbiamo deciso di rinunciarci”. Al posto di sei gettoni, una fetta trasversale di consiglieri ha cioè optato per l’incasso di un unico gettone.

Un buon segnale, ha sottolineato qualcuno, ma forse dovuto al carattere eccezionale ed episodico dell’evento e quindi non sempre ripetibile. “Si tratta di valutare nell’equità – spiega Gozzi – oggi ho ritenuto equo ricevere un gettone, lo farò tutte le volte in cui si presenterà un lavoro semplice e di poco impegno, quindi sicuramente si è da ripetere”.

Il gesto avanzato pubblicamente in Aula Rossa non ha riscosso però l’unanimità dei consensi: parte dei consiglieri ha aderito, altri, come il vicepresidente del Pdl, Stefano Balleari si sono detti infastiditi, da comportamenti “da primi della classe”, accusando i colleghi di fare gesti sporadici per fare bella figura, abituati a fare dello spettacolo un business.

Per ora il Movimento 5 Stelle incassa l’adesione della maggioranza alla proposta di una settimana fa: più commissioni, un solo gettone “per dare un segnale di disponibilità all’impegno civile da parte della politica”.