Si stringe il cerchio intorno alla banda dei "ladri di monetine": 25 colpi in 4 mesi - Genova 24
Cronaca

Si stringe il cerchio intorno alla banda dei “ladri di monetine”: 25 colpi in 4 mesi

Carabinieri

Genova. Ben 25 colpi in 4 mesi. Questo è il bilancio dei furti compiuti della cosiddetta banda dei “ladri di monetine” in tutta la Liguria, ma anche in Piemonte e Lombardia. Per quanto riguarda il Savonese, ha colpito a Cairo Montenotte, Spotorno, Pietra Ligure, Loano, Toirano e Borghetto tra l’inizio di febbraio e la fine di maggio. Si tratta della banda di romeni che faceva razzia di monetine nelle macchine da poker, e dei fondi cassa, di negozi discolati nelle provincia non solo di Savona, ma anche di Genova, La Spezia, Alessandria e Milano.

A mettere fine all’attività illecita sono stati i carabinieri di Albenga che hanno arrestato a Genova sette componenti dell’organizzazione criminale a cui la Procura della Repubblica di Savona contesta almeno venticinque furti.

I “ladri di monetine”, ma capaci di accumulare bottini ingenti, hanno precedenti per reati contro il patrimonio e uno di essi è già detenuto nel carcere Marassi. Nelle loro abitazioni sono state sequestrate alcune armi, bombole a gas e una fiamma ossidrica, utilizzate probabilmente per forzare le macchine da gioco.

Oltre che nel Savonese, gli scassinatori hanno colpito nel capoluogo spezzino, a Chiavari e Camogli in provincia di Genova. Ulteriori particolari verranno forniti oggi nel corso di una conferenza stampa presso la caserma dei carabinieri ingauni.