Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sestri Levante, si è concluso l’Ardersen dei record: un successo strepitoso foto

Sestri Levante. Grande successo per l’Andersen Festival, che si è concluso ieri sera e anche quest’anno ha portato a Sestri Levante migliaia di persone. Dopo la festosa inaugurazione di giovedì scorso con l’affollato e colorato corteo dei bambini, è entrata nel vivo la XVᵃ’ edizione della manifestazione, promossa dal Comune di Sestri Levante e ideata e realizzata da Artificio 23 per la direzione artistica di Leonardo Pischedda.

Sabato sera picco di folla, in occasione del concerto anteprima di Max Gazzé, Over Tour, che con il suo progetto musicale tutto nuovo ha per la prima volta, nella magica atmosfera della Baia del Silenzio, modulato in chiave jazz la sua voce, in sintonia con il pianoforte di Rita Marcotulli e con le energiche improvvisazioni di Roberto Gatto. Sulla spiaggia, nonostante la folla compatta che faceva sì che gli ultimi spettatori accorsi dovessero praticamente mettere i piedi a bagno per assistere al concerto, regnava una concentrazione assoluta. Probabilmente, così come è successo con Vinicio Capossela che spessissimo ricorda la “prima” di un suo concerto al Festival, anche in questo caso la baia sestrese ha tenuto a battesimo un progetto artistico destinato a un lungo cammino.

Un gran pienone tutte le sere, pari se non maggiore di quello degli anni passati. Bar strapieni, ristoranti affollati, gelaterie con la coda… e il gran pubblico divertito e partecipe di adulti e bambini che affolla ogni evento, con lo spirito curioso e aperto alle novità che caratterizza da sempre Andersen Festival.

Come per ogni avventura teatrale, anche all’Andersen ci sono stati imprevisti e sorprese Mario Calabresi, il direttore de La Stampa, è stato trattenuto al seminario internazionale di Venezia, in tutt’altro ambito, uno dei Freak Clown ha dato forfait per un’appendicite urgente. E poi, mentre tutti scrutavano il cielo in attesa di una pioggia minacciata ma in realtà arrivata per pochi minuti, tenue e sporadica, per due sere è stato il mare a dettare la sua legge: e sia venerdì che domenica sera alcune manifestazioni previste nella baia hanno dovuto essere spostate al Teatro Conchiglia o al Convento dell’Annunziata.
Molte anche le sorprese positive, tra cui alcune novità di quest’anno per gli spettacoli in piazza: il tango, un debutto per l’Andersen che non ha mai ospitato spettacoli ballati. I francesi Roulotte Tango in piazza Matteotti hanno letteralmente stregato centinaia di spettatori, affascinati e coinvolti fino a tardissima notte.

E sulla spiaggia della Baia delle Favole, per le sere di sabato e domenica, ha affascinato l’apparizione del cavallo Troiano con la sua amazzone, Roberta Inama. Una volta consueti sulle spiagge e nei borghi liguri per il loro indispensabile supporto ai lavori dell’uomo, ora l’apparizione di questi animali assume un sapore raro, quasi magico. E una serie di continui piccolissimi “esauriti” ha registrato il Cine-Mino, scatola cinematografia attrezzata di tutto per 6 piccoli o grandi spettatori per volta.

Oltre al divertimento ci sono stati anche i momenti dell’impegno, come l’incontro promosso daMedici Senza Frontiere, con l’affascinante scrittrice indiana Tishani Doshi, autrice insieme ad altri 7 autori del libro Dignità.
Momenti di emozione – racconta l’Assessore alla Cultura del Comune Valentina Ghio – ha riservato anche la consegna del Premio Letterario, soprattutto quando la speciale targa del Presidente Napolitano è stata attribuita alla giovanissima Sahla Hamadeem, che da un villaggio beduino della Cisgiordania ha inviato la sua ironica e commovente fiaba scritta in arabo. La targa, in assenza di Sahla, è stata consegnata nella mani della ONG milanese Vento di Terra, che la porterà a destinazione durante un viaggio in quelle zone previsto ai primi di luglio, in collaborazione con ilComune di Milano.
Nella cerimonia di Premiazione Paolo Rumiz, celebrato scrittore di viaggi e cantore dell’esplorazione con il più semplice dei mezzi (le nostre gambe) ha avuto parole di apprezzamento per il carattere speciale di Sestri Levante, che conserva pur nel successo della sua attrattiva turistica un cuore autenticamente popolare.

I bambini – destinatari di tante delle manifestazioni del Festival e del Premio – hanno poi avuto momenti di pazzo divertimento e di grandi risate nell’incontro con Roberto Piumini, scrittore ma anche ironico uomo-spettacolo, capace di incantare i più piccini. Conclusione dei pomeriggi al Convento dell’Annunziata con i piccoli spettatori all’insegna delle fiabe di Andersen, messe in scena dall’attore-burattinaio Daniele De Bernardi con abilità artigianale e trascinante entusiasmo.

Nonostante il mare poco amico e le minacce di pioggia, le attesissime acrobazie musicali e danzate dei Transe Express, hanno suggellato la conclusione di un’edizione del Festival e del Premio tra le più riuscite.

Il Festival è realizzato grazie al contributo di Regione Liguria, Provincia di Genova, Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “Arti Sceniche”, Coop Liguria, Fondazione Carige, Carispezia– Gruppo Cariparma Crédit Agricole, Arinox, Idrotigullio, Veolia, Sap, Banca Carige, Aipa. Sponsor tecnici: Fondazione Mediaterraneo, Cemusa, Università degli Studi di Genova, Atp, Associazione Albergatori.