Sanità: il consigliere Bagnasco chiede l'apertura del reparto dialisi di Rapallo - Genova 24

Sanità: il consigliere Bagnasco chiede l’apertura del reparto dialisi di Rapallo

roberto bagnasco

Regione. Il consigliere regionale del Pdl Roberto Bagnasco ha discusso questa mattina in aula la sua interrogazione sul servizio di trasporto per i dializzati del Tigullio e sull’apertura del reparto nell’ospedale di Rapallo, Nostra Signora di Montallegro.

“La risposta di Montaldo alle mie richieste – chiarisce il consigliere regionale del Pdl – frutto di molteplici segnalazioni di disagio da parte dei pazienti, è stata del tutto insoddisfacente. Anche in un momento di difficoltà finanziarie non è pensabile penalizzare questi pazienti già così duramente colpiti dalla malattia. L’esempio di un settantacinquenne senza mezzi propri dializzato che deve partire prima delle 6 del mattino da Rapallo per andare a Sestri Levante è emblematico per quanto concerne la situazione critica della sanità del territorio”.

“Pur avendo avuto la conferma che le disposizioni provengono dalla Regione – continua Bagnasco – non ho avuto certezza che siano stati applicati criteri omogenei su tutto il territorio della Liguria. Non vorrei che anche in questo caso ci fossero trattamenti diversi a parità di situazione. L’affermazione dell’assessore rispetto al fatto che tale servizio è fuori dai Lea, livelli essenziali di assistenza, non può soddisfare chi è colpito da una limitazione così grave come la dialisi. Con l’occasione ho chiesto ancora una volta all’assessore di aprire finalmente il reparto di Dialisi di Rapallo. Un’iniziativa di questo genere oltre a seguire l’importante investimento in termini economici effettuato dalla Regione, darebbe una risposta ai tanti cittadini del Tigullio occidentale ed anche agli abitanti del Golfo Paradiso che con spreco di denaro e gravi disagi vengono portati nell’Ospedale di Voltri invece che in quello di Rapallo”.

“Anche su questo tema mi auguro che i consiglieri regionali del Levante si facciano carico di intervenire concretamente favorendo un risultato finalmente positivo”, conclude Bagnasco.