Quantcast

Sampdoria, stasera a Varese i 90 minuti che valgono una stagione

Varese. Una partita che vale una stagione. I blucerchiati questa sera al Franco Ossola di Varese, nella finale di ritorno dei play off, hanno 90 minuti di tempo per scalare definitivamente la serie A.

Forte del successo di mercoledì la Samp parte con il vantaggio di avere a disposizione due risultati utili su tre ma abbassare la guardia a questo punto rischia di compromettere tutto. Lo sa bene mister Iachini: “Spero che la lezione di Sassuolo sia servita” ha detto l’allenatore blucerchiato perché al Varese basterebbe vincere 1-0 e poi superare indenne i supplementari e per festeggiare al posto loro grazie alla miglior posizione nella stagione regolare con i lombardi che sono arrivati quinti e la Sampdoria sesta.

Per l’ultimo e decisivo atto di un campionato lunghissimo, quella di domani sara’ la 46/ma gara stagionale, Iachini ha voluto con sé tutti i giocatori disponibili convocandone ben 27. L’unico assente, peraltro giustificato, sarà il portiere Romero che giovedi mattina è ripartito subito per giocare contro il Brasile con la sua Argentina. In porta quindi ci sarà Da Costa, che già contro il Sassuolo si era distinto salvando in più occasioni la porta dei blucerchiati.

Difesa verso la conferma con Rispoli, Gastaldello, protagonista di mercoledì con una doppietta, Rossini e Costa ormai quartetto inamovibile. Novità invece a centrocampo con il tecnico che a sorpresa potrebbe schierare la linea a quattro lasciando a riposo i due trequartisti, Foggia e Juan Antonio, per rinforzare la mediana inserendo Soriano. Intoccabili invece in avanti Eder e Pozzi, che avranno il compito di colpire e affondare definitivamente un avversario del quale bisogna avere comunque “il massimo rispetto” come ha spiegato lo stesso mister.

Per tutti i tifosi che non sono riusciti ad accaparrarsi un biglietto per Varese, intanto, questa sera a piazzale Kennedy sarà allestito un maxi schermo per seguire la partita. Fischio d’inizio alle 20.45.

Più informazioni