Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pendolari: “Treni improvvisamente puliti e in orario con meno soldi? Ma prima dove andavano a finire?” foto

Più informazioni su

Liguria. “Pulitore viaggiante”: questa la nuova figura a cui i pendolari liguri si dovranno abituare nel corso dei loro viaggi a bordo dei treni da e per Genova verso le riviere di levante e ponente.

pulizia treno

Con il loro giubbino giallo e un trolley con tutto il necessario, gli addetti alle pulizie su rotaia percorrono tutto il treno, dalla coda alla testa, controllando e pulendo i bagni, le sedute, i cestini e i corridoi.

“In effetti è una bella sorpresa. Eravamo preoccupati per come sarebbe cambiato, con l’orario estivo, il servizio e, in effetti, i cambiamenti ci sono stati, ma in meglio” spiega un pendolare che tutte le mattine parte da Loano per raggiungere Genova Brignole.

“I treni sono diventati anche molto più puntuali – aggiunge un “collega” – Anzi, adesso a volte rischio di perdere la corsa perché a Finale il convoglio che mi porta al lavoro arriva anche in anticipo. Inoltre, la partenza è prevista 4 minuti prima rispetto all’orario invernale e a Genova arrivo addirittura con 15 minuti di anticipo”.

Dopo i disagi dello scorso anno, quando per sei mesi le carrozze di prima classe furono praticamente sopprese sulla tratta Genova-Ventimiglia, oggi i pochi abbonati meno di 500 in tutta la Liguria, secondo FS – ostentano ottimismo: “Avevano parlato di una riduzione delle carrozze di prima e mi ero preoccupato, invece da qualche settimana stiamo viaggiando su delle vere prime classi, pulite, fresche, puntuali e facili da trovare dal momento che sono sempre o in testa o in coda al convoglio”.

“Ma prima dove li buttavano i soldi?”: a porre l’interrogativo, condiviso da molti, è un universitario che quotidianamente raggiunge Genova da Savona. “Effettivamente adesso ho l’impressione che ci siano più treni di prima e, quindi, viaggiamo meno affollati: ma non vorrei che fosse solo perché, essendo estate, non vi sono gli studenti, senza contare che siamo in periodo di ferie”.

I pochi mugugni sono arrivati dai pendolari che dal ponente savonese erano diretti a Vado Ligure – secondo FS circa una ventina – e che nella velocizzazione di alcuni regionali hanno visto la fermata soppressa ma che, a breve, vedranno ripristinata la fermata almeno su uno dei treni tra il R11249 e il R11247.