Pallanuoto, Under 11: tanti figli d’arte all’Haba Waba International Festival - Genova 24
Sport

Pallanuoto, Under 11: tanti figli d’arte all’Haba Waba International Festival

Pallanuoto - under 13 Anspi 2000 Vs Carisa Savona

Sori. Figlio d’arte, eredità pesantissima. Ci sarà inevitabilmente, prima o poi, chi si metterà a fare paragoni. Soprattutto se il papà non è stato un giocatore qualsiasi. Stiamo parlando di pallanuoto, stiamo parlando dei giovanissimi figli d’arte liguri che parteciperanno alla quinta edizione dell’Haba Waba International Festival, in programma a Lignano Sabbiadoro dal 24 al 30 giugno.

L’evento avrà l’organizzazione dell’Associazione Waterpolo Development e vedrà la partecipazione di 90 squadre in rappresentanza di 12 nazioni: Brasile, Egitto, Francia, Grecia, Italia, Montenegro, Romania, Singapore, Spagna, Stati Uniti, Svizzera e Ungheria. Insomma, un vero e proprio campionato del mondo Under 11.

Eccoli, i figli d’arte. In primis, Andrea Patchaliev. Il suo papà è stato forse il più forte centroboa bulgaro di tutti i tempi e, dopo aver giocato per una vita in Italia, è entrato nello staff tecnico del Savona. Andrea ovviamente indosserà la calottina biancorossa della Carisa assieme a Nicolò Savarese, figlio di uno degli arbitri italiani più noti, l’internazionale Massimo. Una curiosità: nella squadra del Carisa Savona che giocherà a Lignano Sabbiadoro ci sono anche un Aicardi e un Mistrangelo. Nessuna parentela stretta con il centroboa della nazionale e con il tandem Claudio – Federico Mistrangelo, soltanto omonimia.

Parentela strettissima è quella di Dafne Bettini, figlia di Daniele, nome che non ha certo bisogno di presentazioni. Ma non è l’unica figlia d’arte nel Bogliasco che giocherà a Lignano Sabbiadoro: ci sono anche Teresa ed Emanuele Cocchiere, rispettivamente figli numero 6 e 7 di Francesco, campione d’Italia 1981 che ha fallito per un soffio l’en plein: hanno indossato la calottina “soltanto” sei dei sette figli, il settimo ha scelto il calcio.

Non ha fallito un colpo, invece, Bruno Congiu: sette figli su sette giocano tuttora a pallanuoto. Giovanni Battista e Giosuè, gli ultimissimi della “nidiata”, saranno con lui a Lignano Sabbiadoro nella Rari Nantes Sori. Il tecnico granata potrà contare anche su un Baldineti doc, Tommaso, figlio di “Gu”.

Il figlio d’arte più giovane a Lignano? Eugenio Bodrato, classe 2005, figlio di Alberto, allenatore della Scuola Levante.

Testimonial dell’Haba Waba Festival 2012 è il campione olimpico Carlo Silipo, che sarà presente a Lignano Sabbiadoro anche e soprattutto come papà di Tommaso, che giocherà ovviamente con la calottina del Posillipo.

Non solo figli d’arte all’Haba Waba, ma anche… mamme d’arte: Amelia Cracchiolo, mamma di Alessandro Campagna. Riceverà a Lignano Sabbiadoro il premio “Golden Mama 2012”. Chi più meritevole di lei?