Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Omicidio piccolo Ale, Rasero assolto in appello: la Procura Generale presenta ricorso in Cassazione

Genova. L’8 febbraio scorso la Corte d’assise d’appello, dopo oltre cinque ore di camera di consiglio, aveva assolto Giovanni Antonio Rasero, riformando la sentenza di primo grado che lo aveva condannato invece a 26 anni. Il sostituto pg Luigi Cavadini Lenuzza e il pm Marco Airoldi avevano chiesto l’ergastolo.

Oggi la Procura Generale di Genova ha presentato ricorso per Cassazione nei confronti della sentenza della Corte d’Assise d’Appello.

Rasero era stato accusato di omicidio aggravato nei confronti del piccolo Alessandro Mathas, otto mesi, ucciso nella notte tra il 15 e il 16 marzo 2009 in un residence di Genova-Nervi.

La mamma del piccolo Ale, Katerina Mathas, che quella notte si era allontanata dal residence lasciando il suo piccolo con il compagno occasionale Rasero, l’11 giugno scorso è stata rinviata a giudizio dal pm Airoldi con una doppia accusa alternativa: concorso in omicidio volontario o abbandono di minore con morte conseguente.

In primo grado i giudici avevano restituito gli atti in procura: per loro Rasero non era il solo colpevole, anche la madre doveva essere processata per concorso in omicidio. Così la Mathas, già iscritta nel registro degli indagati per abbandono di minore, era stata indagata anche per concorso in omicidio volontario.