Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Meteo, è in arrivo Caronte: afa e caldo torrido nel week end, le iniziative di Tursi previsioni

Più informazioni su

Liguria. Temperature più tipiche di luglio che di giugno e un week end a dir poco afoso: è lo scenario metereologico che vivrà la nostra regione nei prossimi giorni, in concomitanza con l’arrivo di Caronte il secondo anticiclone subtropicale africano, che traghetterà il paese al cuore dell’estate.

In linea con le previsioni nazionali anche il Liguria a partire da venerdì avremo caldo intenso e si soffrirà per l’afa. “La causa? L’anticiclone africano – dice il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera – che contribuirà anche ai violenti temporali con le maxi grandinate che interesseranno l’arco alpino e marginalmente le pianure del Nord, specie tra Domenica e Lunedì”.

Bollente anche il Mediterraneo. Non è, infatti, solo l’aria; negli ultimi giorni è più caldo anche il mare. Si registrano temperature delle acque superficiali oltre la media anche di 3/4 gradi. E questa situazione causerà, non appena le condizioni cambieranno, anche violenti nubifragi, a causa del forte contrasto termico presente.

Tursi intanto, memore della torrida estate 2003, ha già diramato consigli e iniziative del Comune. Anche per l’estate 2012, in collaborazione con la Regione Liguria, l’Azienda Sanitaria Locale e gli organismi del Terzo Settore, ha attivato servizi per il cittadino per prevenire gli effetti delle ondate di calore sulla salute.

In particolare: collaborazione all’operatività del Sistema di allarme (HHWWS) che consente di prevenire con 72 ore di anticipo le ondate di calore; call center (800 995 988) attivo ogni giorno dalle ore 8 alle ore 20, festivi compresi, con funzioni di informazione e di orientamento alla rete dei servizi, rivolto alla generalità della popolazione; con la Regione Liguria ha realizzato il progetto “Intervento di Comunità per Anziani” che, tra le azioni contemplate, prevede l’attribuzione di custodi sociali ai Distretti Sociosanitari ad integrazione delle risorse a disposizione degli Ambiti Territoriali Sociali; attraverso la Protezione Civile ha definito un piano di emergenza da attuare in occasione di ondate di calore (livello 2 e 3); oasi climatizzate presso i centri sociali, anche affidati in gestione ad associazioni; ha proseguito la collaborazione con le direzioni Città Sicura e Politiche Educative, con i Municipi e la direzione Cultura e Innovazione per la diffusione di idonee comunicazioni ad enti e soggetti interessati (associazioni per la terza età, centri estivi per bambini e ragazzi, comunità e strutture per anziani e disabili, etc.), per la pubblicizzazione di iniziative culturali ed aggregative rivolte agli anziani nel periodo estivo e di eventuali specifiche iniziative territoriali, anche promosse dai Municipi.