Maturità 2012, domani la terza prova: come ripassare e affrontare il Quizzone - Genova 24

Maturità 2012, domani la terza prova: come ripassare e affrontare il Quizzone

maturità 2012

Genova. Sono circa 5 mila gli studenti genovesi che domani si cimenteranno nella temutissima terza prova; il Quizzone. Il test multidisciplinare, diverso per ogni classe perché scelto dalle commissioni, è considerato forse lo scoglio più difficile dalla maggior parte dei maturandi.

E la paura non è del tutto ingiustificata, visto che secondo un’indagine del ministero dell’Istruzione, l’anno scorso gli studenti fecero meglio nel tema di Italiano, conseguendo un punteggio medio più alto, che nella terza prova scritta.

Queste sono le ultime ore per il ripasso e i maturandi sono anche alla ricerca di preziosi consigli online, cliccando sui vari siti specializzati, che seguiranno la prova anche in diretta, a partire dalle 8. Per affrontare il test serviranno soprattutto calma e attenzione, ma anche un’accurata rilettura delle risposte per cercare di eliminare gli errori che per la fretta possono sempre capitare.

Il Quizzone serve per verificare le conoscenze delle materie studiate nell’ultimo anno scolastico, ma per un ripasso veloce basterà fissarsi in mente i concetti principali, visto che non vengono richieste spiegazioni approfondite, come invece accadrà all’orale.

Come per tutte le altre prove, anche il riposo e una corretta alimentazione saranno fondamentali. La Coldiretti ha preparato una dieta “anti panico”, con preziosi consigli alimentari contro lo stress e per affrontare in modo sereno gli esami. Evitare sostanze eccitanti (come il caffè, al quale ricorre quasi uno studente su tre, e il the, irrinunciabile per circa uno studente su sei) e via libera invece a piatti a base di pasta, riso, frutta e verdura, uova bollite e latte caldo.

Tra cibi out le patatine fritte in sacchetto, cioccolato e cacao, salatini e alimenti in scatola. Semaforo verde, invece, per formaggi freschi e yogurt, frutta, dolci e latte caldo. Fondamentale anche riposare bene, facendo attenzione all’alimentazione, cioè evitando sia il digiuno che gli eccessi.