Quantcast
Cronaca

La “fügassa” della Lanterna per il nuovo panino McDonald’s

Genova. Focaccia di produzione genovese per McDonald’s. Questa la novità che lega il capoluogo ligure alla catena di fast food, che sul mercato presenta una nuova offerta: Focaccino, appunto. Al posto del pane l’impasto della tradizione ligure e, a fare le veci dell’hamburger, l’arrosto di tacchino Amadori.

Un sodalizio alimentare, ma anche direttamente economico perché a fornire la foccacia è lo stabilimento “Lanterna” di Genova, che opera nel complesso industriale di San Quirico. Nell’ottica della multinazionale, è un modo per “valorizzare anche piccole realtà locali e farle conoscere a livello nazionale e internazionale con relative conseguenze positive anche dal punto di vista economico”.

“E’ già presente nel nostro menù – spiega Filippo Parodi, responsabile di McDonald’d per Genova e Savona – Sicuramente particolare, per la presenza di focaccia e arrosto, comincia ad essere apprezzato. E’ un collegamento territoriale che dimostra attenzione nazionale per la nostra città e la Liguria”.

Sinergia quindi tra la catena di ristorazione e i panificatori della “Lanterna”, nati da una famiglia di artigiani genovesi e ora raggruppati in uno stabilimento con capacità produttiva da 5000 tonnellate all’anno. Quello che serve a moltiplicare la “fügassa” per i nuovi panini, tra global e local, di McDonald’s. Il Focaccino prevede insalata, pomodoro e arrosto di tacchino a fette, tutto condito con olio extravergine di oliva e inglobato in una foccaccia rotonda per un insieme di 325 Kcal.

“Con il lancio del Focaccino vogliamo sottolineare ancora una volta la volontà di legarci al territorio italiano e collaborare con imprenditori locali – sottolinea Marco Ferrero, direttore marketing di McDonald’s Italia – Infatti sia la focaccia sia il tacchino provengono da fornitori italiani certificati che garantiscono alimenti sicuri e di qualità grazie alla selezione delle migliori materie prime, a severi requisiti di igiene e sicurezza lungo tutta la filiera produttiva”.

Più informazioni