Giovani talenti e nomi prestigiosi alla quarta edizione del Premio Bindi a Santa Margherita - Genova 24

Giovani talenti e nomi prestigiosi alla quarta edizione del Premio Bindi a Santa Margherita

francesco baccini

Santa Margherita Ligure. Questa mattina nella sede della Regione Liguria è stata presentata l’ottava edizione del Premio Bindi per la Canzone d’Autore, concorso indetto dal Comune di Santa Margherita Ligure con il patrocinio della Regione Liguria e della Provincia di Genova e organizzato dall’Associazione Culturale Le Muse Novae di Chiavari, che si terrà a Santa Margherita Ligure dal 6 all’8 luglio prossimi.

L’anfiteatro dei Giardini a mare di Santa Margherita Ligure dove si tiene il festival è stato intitolato, il 26 maggio scorso, proprio a Umberto Bindi, di cui ricorrono i dieci anni dalla scomparsa, a significare il legame profondo della cittadina ligure con il’indimenticato cantautore, che viene rinnovato ogni anno nel corso del premio.

In questa occasione, la “perla del Tigullio“ diventa la capitale della musica, ospitando, insieme ai giovani talenti, anche nomi prestigiosi del mondo della canzone d’autore e del giornalismo musicale, i giurati, gli amici e collaboratori del cantautore, primi fra tutti la sorella Marisa Bindi ed il presidente dell’Associazione Umberto Bindi, Massimo Artesi.

Di alto livello, come di consueto, la rosa dei finalisti scelti dalla giuria tecnica: non bisogna dimenticare che negli anni sono partiti dal palco del Bindi giovani musicisti che hanno iniziato proprio da qui ottime e promettenti carriere. Fedele alla scelta di qualità che da sempre contraddistingue il festival, anche quest’anno i cantanti saranno accompagnati da musica rigorosamente dal vivo, eseguita sul palco dai musicisti del Premio Bindi: Riccardo Barbera (basso/contrabbasso), Federico Lagomarsino (batteria/percussioni) Edmondo Romano (fiati), Fabio Vernizzi (pianoforte/tastiere), Andrea Maddalone (chitarre).

Nel corso di due serate, in cui si esibiranno dal vivo interpretando, il venerdì sera, un brano di Umberto Bindi e il sabato il proprio brano inedito, i concorrenti saranno “tenuti a battesimo” da illustri colleghi, alcuni dei quali li hanno preceduti sul quello stesso palco: venerdì 6 luglio ospiti della serata saranno il cantautore Francesco Baccini e il gruppo degli Gnu Quartet con Federico Sirianni (vincitore Premio Bindi 2006), mentre nella serata finale di sabato gli invitati saranno Marco Ferradini, autore di pietre miliari della canzone italiana, Giulio Casale, artista multiforme e fuori dagli schemi, e Zibba, vincitore della scorsa edizione del Premio.

Il Premio Bindi non è solo un concorso, ma un progetto articolato, un vero e proprio festival, composto da diversi momenti di spettacolo e cultura musicale. Colonna portante delle tre giornate del premio saranno gli incontri pomeridiani “Intorno alla canzone d’autore”, progettati e realizzati a cura di Enrico Deregibus, giornalista musicale e consulente artistico del Festival. Gli appuntamenti, che alternano parole e musica, si svolgono nello stupendo scenario della terrazza del castello di Santa Margherita Ligure. Protagonista degli incontri del venerdì e sabato sarà il progetto “Liberodiscrivere”: autori emergenti presenteranno i propri libri , selezionati da Antonello Cassan e Maria Cristina De Felice, che cureranno anche lo “Spazioautori” nella Stanza del Cantautore del Castello cinquecentesco. Sabato i finalisti del Premio Bindi si esibiranno in acustico e parleranno di sé per presentarsi meglio alla giuria. Domenica sulla terrazza del Castello sarà la giornata di commiato in cui avverrà la Consegna del “Premio Artigianato della canzone” a Trovarobato, ed in cui si potrà assistere alla presentazione di libri musicali, allo show case di cantautori e soprattutto dei vincitori del Premio Bindi, dopo la proclamazione avvenuta al termine della serata di sabato.

Dal 2007 Premio Bindi comprende anche una mostra, che quest’anno non avrà sede solo al castello cinquecentesco ma in una location insolita quanto la stessa esibizione: “Libri incatenati” sarà una mostra itinerante, curata anch’essa da Liberodiscrivere, che si snoderà nei punti più impensabili dei giardini a mare, in cui i libri saranno “incatenati” agli alberi, alle panchine, ai pali della luce e saranno a disposizione di chiunque li vorrà leggere, per tutta la durata del festival.

Altra conferma nell’ambito della kermesse del festival sarà il Bindi Village, esposizione di attività ed associazioni legate alla musica, insieme ad operatori commerciali che sostengono la manifestazione, che animerà i giardini a mare intorno al palco.
Il gemellaggio con il Lilith Festival di Genova, il patrocinio della SIAE e la trasmissione di uno speciale sulle due serate sammargheritesi all’interno delle trasmissioni nazionali di RAI Isoradio sono la conferma dell’interesse intorno al Premio Bindi e del ruolo che esso riveste nel mondo della canzone d’autore.