Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genovesi tirchi e ricicloni: crescono i dati sulla raccolta differenziata in città e in provincia foto

Regione. “Genova ha fatto un grande miglioramento a partire dall’anno scorso. Chiaramente per quanto riguarda la raccolta differenziata le grandi città in genere non partono su tutto il territorio ma dalle sperimentazioni che vengono fatte in alcuni municipi” ha affermato l’assessore regionale all’Ambiente Renata Briano nel corso della Giunta odierna.

raccolta differenziata

“Così ha fatto Genova, e adesso speriamo che possa estendere la sperimentazione sempre di più a tutta la città – ha aggiunto Briano – lo stesso ha fatto La Spezia e io sono convinta che a ruota andranno dietro tutti i Comuni”.

Il dato complessivo dice che la raccolta differenziata in Liguria è aumentata di quasi il 4% in un anno. Cresce il numero dei Comuni che fanno la raccolta differenziata “e ci avviciniamo a risultati ottimi – spiega l’assessore all’Ambiente – in quanto abbiamo parecchi Comuni, soprattutto in provincia di Savona che superano addirittura il 60% e Comuni che hanno fatto salti in avanti cambiando il proprio sistema di raccolta. Quello che ho notato è che se un Comune ce la fa poi anche gli altri si convincono che si può fare”.

Per quanto riguarda i Comuni genovesi, Casarza Ligure è l’unico che ha raggiunto risultati classificati come criterio A, avendo raggiunto nell’anno 2011 la soglia del 45% di raccolta differenziata. Altri 8 i Comuni in questa fascia, dietro la capofila Garlenda quasi tutti comuni savonesi con l’eccezione di Camporosso in provincia di Imperia.

In fascia B, l’unica genovese è la capofila Uscio con il 39% di raccolta differenziata. Sono compresi in questa fascia i comuni che hanno ottenuto il 25% di produzione pro capite inferiore o uguale a 450 kg sul totale degli abitanti.

Nessun comune genovese in fascia C (che ha come standard un risultato di raccolta differenziata compreso tra il 25% e il  30% con un incremento rispetto all’anno 2010 di almeno 5 punti percentuali), mentre seguono in fascia D Gorreto, Sestri Levante, Tiglieto, Campo Ligure, Rossiglione, Masone e Genova con un risultato di raccolta differenziata compreso tra il 30 e il 35% e con almeno il 3%  d’incremento rispetto al 2010.

Nell’ultima fascia, la E: Cogoleto, Rapallo, Castiglione Chiavarese, Moneglia, Arenzano, Santa Margherita sono i Comuni un risultato di raccolta tra il 35 e il 45% con incremento del 2% rispetto al 2010  .