Genova, uccide il padre sgozzandolo: condannato a 15 anni e 4 mesi di reclusione - Genova 24
Cronaca

Genova, uccide il padre sgozzandolo: condannato a 15 anni e 4 mesi di reclusione

aula tribunale

Genova. Marcello Lo Verso, il 47enne che nel luglio 2011 ha sgozzato il padre di 83 anni nella sua abitazione al Cep di Prà, è stato condannato a 15 anni e 4 mesi di reclusione. La sentenza è stata letta dal gup Nicoletta Bolelli, al termine del rito abbreviato. Il pm Paola Calleri aveva chiesto la condanna a 17 anni.

Il gup ha anche disposto che Lo Verso, assistito dall’avvocato Mario Iavicoli, passi cinque anni in un’ospedale psichiatrico, visto che l’uomo è stato riconosciuto seminfermo di mente. La seminfermità era stata riscontrata dal perito che aveva riferito che la patologia potrebbe essere derivata, in parte, da un incidente stradale in cui fu coinvolto nel 2008 procurandogli dei postumi. L’imputato aveva confessato l’omicidio riferendo di essersi intrufolato nell’appartamento del padre di notte, armato di un coltello e di averlo atteso, acquattato nel corridoio. Cappello di lana in testa e addosso alcuni sacchetti di plastica, aveva colpito il genitore colpevole, secondo lui, di essere spilorcio “perché gli dava solo 50 euro al mese”.

Poi era fuggito dopo essersi impadronito di mille euro e di alcune medaglie che il padre aveva vinto nei vari tornei di bocce. Quattro dei figli della vittima erano rappresentati, come parti offese, dall’avvocato Paolo Lavagnino.

Più informazioni