Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, sì all’aumento dell’Imu: l’Aula Rossa approva, maggioranza divisa

Più informazioni su

Genova. Ventuno voti a favore e 18 contrari: l’aumento dell’Imu è stato approvato dal consiglio comunale di Genova, nonostante la spaccatura in seno alla maggioranza. L’Idv, infatti, come previsto, ha votato contro insieme a centrodestra, Movimento 5 Stelle e Udc.

“No a una tassa ingiusta come l’Imu – ha detto il capogruppo Stefano Anzalone – che colpisce le famiglie e le imprese, non in base al reddito, ma solo per il possesso di una casa o di
un’attività, creando maggiore povertà nel Paese”.

Di contro dal Pd con le parole di Simone Farello è arrivato l’invito a “non sacrificare la coesione politica e a lavorare insieme per individuare risparmi e diminuire l’Imu sulla prima casa entro settembre”.

L’aliquota Imu sulla prima casa, passa dal 4 al 5 per mille, mentre per la seconda casa, dal 7.6 a 10.6 per mille. Per ora. Il sindaco Marco Doria infatti si è assunto “l’impegno politico da subito di verificare la possibilità di risparmi di spesa per ridurre entro settembre l’Imu sulla prima casa”, ha detto in consiglio. Doria ha anche auspicato che per la sopravvivenza degli Enti locali “l’intero gettito dell’Imu nel2013 sia appannaggio dei Comuni. L’Imu così concepita è solo per lo Stato, c’è una scarsa autonomia dei Comuni. Tutti i grandi Comuni italiani sono stati costretti ad aumentarla con maggioranze diverse: Roma, Napoli, Palermo, Torino”.

Oggi pomeriggio è invece prevista la votazione sul documento di bilancio programmatico, rush finale della lunga discussione iniziata due giorni fa.