Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, il bilancio spacca la maggioranza: a settembre il test decisivo foto

Genova. “Sia sull’Imu, sia sulla conferma della coesione di maggioranza, ci rivediamo a settembre. Non solo con l’Idv, ma con tutta la città”. Così Simone Farello, capogruppo Pd in Aula Rossa a Tursi, dopo la votazione che ha visto approvare l’innalzamento dell’aliquota Imu per il Comune di Genova, seppure con una maggioranza spaccata in Aula Rossa, e con uno che si replicherà in tutta probabilità anche durante la votazione del documento di bilancio attesa nelle prossime ore. “Non è una minaccia – ha poi sottolineato Farello – è un invito, noi confidiamo di ricostruire la maggioranza su altri provvedimenti importanti”. Senza chiudere le porte a eventuali allargamenti. “Non siamo per restringere, ma per allargare”.

Non a caso proprio a settembre, oltre alla possibilità di ritoccare le aliquote, ci sarà un altro passaggio decisivo: l’illustrazione delle linee programmatiche da parte del sindaco Doria, “e lì – commenta Farello – non ci sarà possibilità di stare dentro o fuori. Il valore presentato in campagna elettorale come coalizione va confermato per sostenere il mandato di Doria”.

Ma è sull’Imu e sul bilancio, su cui l’Idv voterà nuovamente contro, che si è infranta oggi la coesione della maggioranza. “Qui non è un problema di equilibri politici tra di noi, ma di diversità di opinione – ha detto ancora Farello – noi pensiamo di aver ragione nel merito, contestiamo la struttura dell’Imu così come impostata, e vogliamo che sia lasciato il gettito ai Comuni”. Ma, almeno per il 2012, non sarà così. “A nessuno fa piacere agire sulla tassazione, ma così mettiamo in sicurezza il bilancio e la spesa del Comune”. A settembre ci rivedremo e “dimostreremo che anche l’intervento sull’Imu avrà minore impatto”.

L’Idv dal canto suo dice di aver assunto un comportamento corretto e in coerenza con quanto detto fino a oggi. “Non votiamo l’Imu perché contrari a una tassa ingiusta – ha ribadito il capogruppo Stefano Anzalone – abbiamo provato con vari emendamenti, ma sono stati totalmente respinti”.

E poi una coda al veleno: “Noi ancora in maggioranza? Ci domandiamo se gli altri lo sono”. E sul futuro la linea d’azione (politica) è una: “Rispettiamo il mandato elettorale, quello che è previsto dal programma del sindaco avrà il nostro pieno sostegno, su ciò che invece non risponde al mandato valuteremo secondo coscienza”.

La revisione dell’Imu, su cui è avvenuta la frattura dell’Idv, è stata rimandata a settembre, una volta acquisiti gli acconti versati dagli italiani così come il lavoro che la giunta si è impagnata a fare per ridurre l’aliquota. “Ce lo auguriamo perchè i cittadini genovesi vengono continuamente tartassati – commenta Anzalone – speriamo che il governo riveda le proprie stime, anche se le notizie da Roma non vanno in questa direzione ed è facile che a settembre si vada a rialzo”.