Genoa, difesa da rifondare: in arrivo Gamberini e Canini. No al ritorno di Borriello - Genova 24

Genoa, difesa da rifondare: in arrivo Gamberini e Canini. No al ritorno di Borriello

Genoa - presentazione Gilardino

Genova. Si parla sempre e solo di attaccanti ma il Grifone ha un disperato bisogno di difensori. Troppi i 69 gol incassati nella scorsa stagione: un numero che è valso ai rossoblù il triste primato di peggior retroguardia della Serie A. Meglio non pensare a quello che sarebbe successo senza “San” Sebastian Frey.

In quel reparto Pietro Lo Monaco sa di dover intervenire con forza. Un occhio al bilancio certo, ma anche la voglia matta di mettere a disposizione di mister Luigi De Canio elementi sul quale poter contare a occhi chiusi. Gli arrivi dei vari Nenad Tomovic e Steve Von Bergen non possono bastare.

È per questo che nelle ultime ore, nonostante le smentite di rito, il Genoa ha sondato la possibilità di arrivare ad Alessandro Gamberini. Con i viola i rapporti sono ottimi, gli affari Dainelli, Frey e Gilardino lo dimostrano. Un’amicizia che potrebbe trovare nuova forza con l’eventuale acquisto dell’ennesimo capitano gigliato. Il centrale ha il contratto in scadenza nel giugno 2013, il costo del suo cartellino è relativamente basso.

L’alternativa è un vecchio pallino del presidente Enrico Preziosi, parliamo di quel Michele Canini ormai da anni in procinto di lasciare il Cagliari. Ogni estate viene seguito da almeno dieci club ma per un motivo o per l’altro non ha mai lasciato la Sardegna. Se il Genoa deciderà di fare sul serio, questa potrebbe essere la volta buona per vederlo con una nuova maglia addosso.

Acque meno agitate sul fronte offensivo. Sempre battute le piste che portano all’esterno del Velez Juan Manuel Martinez e all’attaccante del Racing Gabriel Hauche.

Per Mattia Destro la Roma è sempre in pressing. Stando alle ultime i giallorossi parrebbero disposti a impreziosire l’offerta (una decina abbondante di milioni) con i cartellini di Marco Borriello e Andrea Bertolacci. Se per il primo le porte di Pegli sembrano sbarrate a causa dell’elevatissimo ingaggio (e della forte volontà di Alberto Gilardino di restare in rossoblù nonostante le lusinghe del Monaco), per il giovane centrocampista c’è qualche speranza in più. Se ne discuterà ancora per giorni ma nella trattativa dovrà per forza essere coinvolto anche il Siena che possiede il 50% del cartellino di Destro.

Più informazioni