Fisco, nel 2012 sequestrati beni per un miliardo di euro a 1781 evasori - Genova 24
Cronaca

Fisco, nel 2012 sequestrati beni per un miliardo di euro a 1781 evasori

guardia di finanza

Nei primi 5 mesi del 2012 la Guardia di Finanza ha sequestrato e confiscato beni alla criminalita’ economica e organizzata per oltre 3,3 miliardi di euro, sequestrato beni per un miliardo di euro a 1.781 evasori fiscali, denunciato 464 responsabili di ”frodi carosello” che avevano evaso iva per 204 milioni di euro, impedito il trasferimento all’estero di denaro contante per 445 milioni di euro e scoperto 13mila lavoratori ”in nero”.

Le fiamme gialle hanno bloccato sprechi di denaro pubblico per 500 milioni di euro, denunciato 1.681 truffatori, tra falsi invalidi e falsi poveri, eseguito 194.000 controlli, in tutto il territorio nazionale, sulla corretta emissione degli scontrini e ricevute, riscontrando irregolarita’ nel 32% dei casi, sequestrato 44 milioni di prodotti contraffatti e 11 tonnellate di droga. I dati sull’attivita’ operativa della Guardia di Finanza nel 2012 sono stati diffusi alla vigilia della celebrazione, oggi a l’Aquila, del 238˚ anniversario delle fiamme gialle.

Proseguono i piani di intervento coordinato, avviati nei primi mesi del 2012, nei confronti degli evasori totali, dell’evasione fiscale internazionale, di quei professionisti le cui posizioni sono ritenute ”fiscalmente pericolose”, nonche’ di coloro che pongono in essere condotte evasive complesse ed insidiose per ingannare il Fisco. Tra queste ultime, particolare attenzione e’ rivolta al contrasto delle ”frodi carosello”, per le quali risultano denunciate, dall’inizio dell’anno, 464 persone con evasione all’Iva per lo Stato e per l’Unione Europea di circa 204 milioni di euro.

Infine, sul fronte dell’evasione fiscale internazionale, ”attuata attraverso molteplici condotte che vanno dalla fittizia residenza all’estero alle stabili organizzazioni non dichiarate, da pratiche di transfer pricing a sofisticate manovre elusive”, sono stati recuperati a tassazione dall’inizio dell’anno oltre 6,5 miliardi di euro.