Corteo Finmeccanica a Genova, traffico a rischio paralisi: “Il ministro deve convocare anche i sindacati” - Genova 24
Cronaca

Corteo Finmeccanica a Genova, traffico a rischio paralisi: “Il ministro deve convocare anche i sindacati”

Genova. Il corteo dei lavoratori Finmeccanica è partito e ora procede verso il centro di Genova. I sindacati hanno proclamato lo sciopero perché fino ad oggi il governo non ha fornito alcuna risposta precisa, anche se il ministro Passera ha accolto l’appello delle istituzioni locali e martedì incontrerà il sindaco Marco Doria, il commissario straordinario della Provincia Piero Fossati e il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando.

“Questo è un segnale positivo, ma sarebbe stato meglio se il ministro avesse convocato anche i sindacati, visto che poi gli accordi si fanno con noi – dichiara Francesco Grondona, segretario Fiom Cgil – Le previsioni sono difficili da fare. Ad esempio non speravo che la Sampdoria venisse in serie A, ma c’è riuscita, quindi dobbiamo sempre avere la speranza”.

Per il momento il gruppo Finmeccanica sembra ancora deciso a concentrare le sue forze nel settore della difesa, portando avanti il piano di cessione di alcune aziende tra cui Ansaldo Energia ed Ansaldo STS. Fim, Fiom e Uilm ritengono questa strategia miope ed inefficace ai fini dello sviluppo e dell’occupazione e chiedono al Governo di intervenire per porre fine al declino di questo comparto industriale.

“E’ assai difficile prevedere il futuro, anche se ad oggi la situazione è estremamente negativa, soprattutto per il fatto della nostra mancata convocazione – spiega Luca Maestripieri, segretario regionale Cisl – chiediamo alla politica, ma soprattutto al ministro Passea, un po’ più di acume. Non è possibile che per ottenere un incontro si debba scendere in piazza tutte le volte, creando disagi per la cittadinanza e per la città, che noi saremmo ben lieti di evitare”.