Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cassazione Diaz, il 5 luglio c’è l’astensione dell’Oua: la sentenza potrebbe slittare ancora

Genova. Potrebbe esserci un ulteriore rinvio per la sentenza del processo relativo alle violenze avvenute all’interno della scuola Diaz la notte del 21 luglio 2001. La sentenza, prevista inizialmente per il 15 giugno era già stata posticipata al 5 luglio, visto il prolungarsi delle arringhe difensive. Ora, a sopresa, l’Organismo unitario dell’avvocatura, ha proclamato uno sciopero degli avvocati proprio per il 5 luglio.

Il rinvio non è automatico ma se anche solo uno dei difensori dei 25 poliziotti imputati optasse per l’astensione, la sentenza slitterebbe nuovamente.

L’Oua, che protesta contro la “complessiva operazione di rottamazione della giustizia pubblica, le liberalizzazioni e la demolizione del processo civile” ha deciso la giornata di protesta, su tutto il territorio nazionale, nell’assemblea che si è tenuta a Roma il 16 giugno scorso, vale a dire il giorno successivo alla decisione del rinvio della sentenza Diaz al 5 luglio.

Una scelta, quella della data per l’astensione, certamente casuale ma senza dubbio infelice, che rischia di rinviare ancora una volta un processo scomodo per molti.

Se non ci sarà il rinvio, nell’udienza del 5 luglio, ci sarà la discussione dell’avvocato Carlo Di Bugno, difensore di Giovanni Luperi. Poi la Corte, presieduta da Giuliana Ferrua, si ritirerà in
camera di consiglio per emettere la sentenza. Nella requisitoria del 12 giugno, il procuratore generale in Cassazione Pietro Gaeta aveva chiesto la conferma delle condanne per tutti gli imputati.