Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Anci al posto di Equitalia, Vinai: “Era già nel mio programma elettorale #sapevatelo”

Genova. Sulla possibilità che Anci, l’associazione nazionale dei Comuni italiani, prenda il posto di Equitalia per il servizio di riscossione dei tributi, la giunta Doria “arriva in ritardo”.

Questa volta a bacchettare l’operato dell’assessore Miceli, che oggi a margine del consiglio ha confermato la possibilità di utilizzare i supporti Anci, è Pierluigi Vinai, ex sfidante di Marco Doria alla poltrona di sindaco e segretario Anci Liguria.

“Mi fa piacere che l’assessore Miceli, persona intelligente, sia arrivato a questa considerazione – ha detto Vinai – rimarco però il fatto che io, questa soluzione, la proponevo già alcuni mesi fa in campagna elettorale”. Non solo. “E’ la chiara dimostrazione – affonda Vinai – che su questo punto, così come su altri, avevo ragione. Peccato che i genovesi abbiano votato chi al tempo non lo sapeva e l’ha scoperto solo ora, dopo approfonditi studi”, sottolinea il segretario ligure Anci con una coda al veleno per il sindaco vincitore e per il Movimento 5 Stelle, arrivato a un passo dal ballottaggio con il candidato Paolo Putti.

Il 26 aprile scorso Pierluigi Vinai presentò infatti la proposta di istituire un comitato etico per “assistere tecnicamente e moralmente i cittadini nei confronti di soggetti pubblici quali ad esempio Equitalia”, in attesa del progetto nazionale, per “arrivare alla sostituzione di Equitalia”, facendo cioè gestire la riscossione dei tributi dall’associazione dei Comuni, “non un’azienda che deve fare profitto” ma capace invece di offrire “un servizio a beneficio delle comunità locali”.