Salvezza e sipario, il Genoa vince 2 a 0 contro il Palermo - Genova 24

Salvezza e sipario, il Genoa vince 2 a 0 contro il Palermo

Enrico Preziosi

Genova. Una settimana non facile dopo la partita di Udine. Novanta minuti per archiviare la stagione più brutta dell’era Preziosi, culminata nello scempio casalingo contro il Siena.

Una partita da giocare ancora a porte chiuse proprio come esito di quel pomeriggio maledetto. Concentrazione e un punto da prendere contro un Palermo che non ha da chiedere niente a questa fine campionato. De Canio, come noto, è privo di Palacio e Kucka: Frey in porta, la difesa titolare con Mesto, Granqvist, Kaladze e Moretti, a centrocampo Rossi, Belluschi, Biondini e Jankovic, avanti Sculli e Gilardino.

Il Genoa comincia contratto e ordinato, il Palermo gioca disteso. Al 7’ i rossoblù hanno già collezionato quattro calcio d’angolo. Sull’ultimo di questa serie è Jankovic a sfiorare la traversa con un colpo di testa.

Il Genoa quando attacca trasforma il 4-4-2 in un più vivace 4-3-3. Al 17’ il Palermo mette il naso dall’altra parte con un tiro di Barreto che fa sul fondo. Un giro di lancette e Alberto Gilardino si prende un’ammonizione per una simulazione quando effettivamente sembra esserci il contatto.

Neanche il tempo di recriminare che arriva un cross insidioso dalla destra, scarico su Mehmeti che si presenta a tu per tu con Frey che lo ipnotizza. Calcio d’angolo per i rosanero.

Capovolgimento di fronte e Gilardino che viene fermato per un fuorigioco dubbio. Dall’altra parte è ancora Barreto a mettere i brividi a Frey con un tiro che finisce a lato. Al 34’ l’azione migliore del Genoa: gran cross di Jankovic, Rossi a un soffio dalla porta viene anticipato da Pisano.

Sulla conclusione del primo tempo il Genoa prova ad abbassare ulteriormente i ritmi, il Palermo non manifesta urgenze alternative. Il primo tempo finisce 0 a 0.
Secondo tempo comincia sulle stesse corde, lento tic tac in mezzo al campo all’insegna del non facciamoci male. Migliaccio del Palermo è l’unico a dare un po’ di frenesia alla manovra. Il lampo arriva al 51’ su azione manovrata: Biondini pesca Rossi in area, che appoggia all’accorrente Gilardino che appoggia in rete. 1 a 0.

Il Palermo non sembra gradire e comincia un forcing per quanto non forsennato nella metà campo rossoblù. E’ il Genoa invece ad avere l’occasione per chiudere il match: Gilardino arpione una pallone al limite dell’area, scarica su Jankovic che colpisce bene ma il pallone finisce a lato.

L’attaccante biellese ha poi una buona occasione in contropiede ma si perde il pallone nel controllo. Al 67’ è ancora Biondi a pescare Gilardino, altra preziosa sponda Rossi che sfiora la traversa di destro. Passa un minuto e una combinazione Sculli-Gilardino-Sculli fa presentare l’attaccante calabrese a tu per tu con Brichetto: pallonetto e 2 a 0.

De Canio si copre e toglie Jankovic e Sculli per Sampirisi e Carvalho. La partita finisce 2 a 0. Finisce la stagione da incubo del Genoa, ennesima salvezza. L’anno prossimo sarà ancora Serie A.