Politica

Sagome impiccate a Sestri, Gian Pastorino: “La crisi sta schiacciando la gente, bisogna intervenire”

Immagini crude in segno di protesta contro il caro vita, la crisi e la chiusura di molte attività. Ieri alcuni commercianti di Sestri Ponente hanno appeso dieci sagome impiccate ad altrettanti lampioni per rappresentare la crisi come una corda che strozza i lavoratori.

Gian Pastorino, Consigliere provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà e candidato al Consiglio comunale, si schiera dalla parte dei cittadini messi in ginocchio dalla crisi. “La protesta è impressionante, ma è l’unico modo per far capire a tutti che la crisi sta schiacciando i commrcianti e la gente comune – afferma Pastorino – Bisogna intervenire in difesa dei cittadini”. L’Istat ha recentemente evidenziato un rincaro del 4,7% dei prezzi degli alimenti, il valore più alto dal 2008.

“Nel 2010, la Provincia di Genova ha promosso, su proposta dei consiglieri di Sel, Fds e Verdi, lo sportello contro il caro vita a favore della persone più colpite dalla crisi – dice Pastorino – dimostrando che anche le istituzioni possono essere vicine concretamente alle persone più colpite dalla crisi. Le campagne contro il caro vita promosse dalla Provincia, “Spesa Solidale” ed “Occhiali solidali”, hanno consentito a più di 2000 cittadini di ottenere occhiali gratuiti a tutela della loro salute e buoni spesa per l’acquisto di prodotti alimentari di qualità a prezzi inferiori a quelli di vendita”.

“Bisogna estendere la rete delle tutele sociali anche a livello comunale, aiutando così i cittadini che non arrivano alla fine del mese; auspico che anche la nuova Amministrazione comunale porti avanti le campagne contro il caro vita, un aiuto concreto che può salvare molte famiglie”.