Altre news

Marassi, grande festa all’Istituto comprensivo: consegnati 12 mila euro per la palestra

Genova. Grande festa a Genova presso la scuola statale Papa Giovanni XXIII nel quartiere di Marassi. Sei mesi dopo l’alluvione che ha colpito anche l’Istituto danneggiando la palestra e distruggendo molte attrezzature, lo sport ha riportato il sorriso grazie all’iniziativa di Camilla Alfieri, sciatrice genovese che ha creato insieme a stelle nello Sport l’evento “In Pista per Genova”, raccogliendo 12.000 euro con l’asta dei cimeli di tutti i campioni della Nazionale maschile e femminile di sci.

Tutti i ragazzi della scuola di Marassi hanno potuto giocare e praticare attività sportiva seguiti da alcuni “campioni” genovesi. Una festa per tutti ma soprattutto una festa per avvicinare i giovani e la scuola alle più svariate discipline sportive tra cui il rugby, pallavolo, calcio, ju jitsu. Il tutto sotto l’attenta regia della Prof. Roberta Fontana e di Camilla Alfieri che ha consegnato la busta con i 12.000 euro al Dirigente scolastico, Magda Lodi. Fondi che permetteranno di rifare la pavimentazione della palestra e di acquistare materiali sportivi per il Centro scolastico e in particolare per i ragazzi con disabilità.

Alla festa ha partecipato l’Assessore regionale allo sport, Gabriele Cascino, affiancato dal vicepresidente del Cus Genova, Antonio Cairo, e da altri dirigenti sportivi. “Sono felice di poter constatare ancora una volta – ha detto Cascino – che lo sport è gioia e solidarietà, festa e strumento dui crescita per i ragazzi. Complimenti a Camilla Alfieri e al progetto Stelle nello Sport che da 13 anni promuove tutte le discipline e i veri valori dello sport verso i giovani”.

“Il connubio Scuola e Sport deve incrementare eventi come questo”, ha sottolineato la prof. Magda Lodi. E con lei le prof. Fontana, Crespi e Catanoso.
Poche parole e tanti fatti. E poi tutti in mischia con i giocatori del Cus Genova Rugby Giacomo Bertirotti, Giacomo Datti, Davide Manara, Lele Michieli, accompagnati da Lorenzo Massa (dirigente) e Alberto Canneva (fisioterapista). Loro sono solo alcuni degli “angeli del fango” che aiutarono il quartiere a rialzarsi dopo la devastazione.

“Perchè le stelle nello sport – sottolinea Michele Corti, ideatore del progetto – sono anche e soprattutto questo: atti concreti di solidarietà e di vicinanza con chi ha più bisogno. Grazie Camilla. Grazie Ragazzi!”.