Liguria, Montaldo: "Al via pacchetto di assistenza privilegiata per tutti i pazienti cronici" - Genova 24

Liguria, Montaldo: “Al via pacchetto di assistenza privilegiata per tutti i pazienti cronici”

claudio montaldo

Regione. Un percorso privilegiato per tutti i pazienti affetti da patologie croniche per garantire loro esami e terapie evitando il percorso delle liste di attesa.

E’ stato approvato oggi in Giunta su proposta dell’assessore regionale alla salute Claudio Montaldo dopo la condivisione avvenuta nelle scorse settimane tra l’agenzia regionale sanitaria, i medici di medicina generale, i pediatri, gli specialisti e le associazioni scientifiche.

L’obiettivo è quello di gestire in maniera più efficace tutti i cittadini affetti da patologie come il diabete, lo scompenso cardiocircolatorio, la broncopneumopatia cronica evitando loro il circolo delle prenotazioni degli esami necessari e ricevendo la garanzia di essere seguiti nella cronicità dai servizi territoriali, limitando il più possibile l’afflusso ai pronto soccorso.

“Si tratta di un percorso dedicato – ha spiegato l’assessore Montaldo – che consentirà di effettuare tutti gli esami e le terapie con prenotazione gestita dai centri di riferimento e dal distretto”. Dovranno infatti essere proprio i 19 distretti a mettere in pratica i principi previsti dal protocollo terapeutico, con la collaborazione dei medici di medicina generale e degli specialisti.

“Siamo arrivati all’approvazione del protocollo – continua Montaldo – dopo un attento monitoraggio che ci ha consentito di censire 550.000 cronici tra i cittadini liguri che incidono per circa 600 milioni sulla totalità del fondo sanitario regionale”. Secondo le previsioni dell’assessorato alla salute il protocollo è previsto che vada a regime entro gennaio 2013 quando i cittadini affetti da patologie croniche è previsto vengano presi in carico dal servizio sanitario regionale per effettuare esami e terapie stabiliti dai singoli percorsi. “Sarà allora – ha aggiunto Montaldo – che potremo avere indicatori di efficienza dei vari distretti, tenendo conto che si tratta di un percorso innovativo che monitoreremo da subito in maniera costante”.

Più informazioni