Cronaca

Green Hill, animalisti in piazza a Genova in vista dell corteo dell’8 maggio

Genova. La battaglia animalista per la chiusura di green Hill, l’allevamento-lager di Montichiari nel bresciano, non è finita. Dopo la manifestazione di sabato scorso che ha portato alla liberazione di decine di cuccioli di beagle destinati alla vivisezione, gli animalisti sono scesi di nuovo in piazza questo pomeriggio con presidi di volantinaggio in tutta Italia. A manifestare a Genova, in piazza De Ferrari c’era la Lav, da sempre in prima linea per fare informazione contro la vivisezione. Un volantinaggio per tenere alta l’attenzione dopo il caso dei Beagle liberati dagli attivisti.

“Non c’è violenza nel movimento animalista, ma c’è violenza nei laboratori di vivisezione”. Questo in sostanza il contenuto del volantino distribuito alla cittadinanza, in cui si leggono anche le motivazioni del corteo dello scorso aprile, diretto a salvare i poveri animali rinchiusi a Green Hill. “Queste persone sono state etichettate come delinquenti, ma sono loro i delinquenti oppure chi sfrutta, tortura e porta alla morte dei poveri animali inermi?”. Ecco la domanda che viene posta dalla Lav.

“Genova scende in piazza perchè tutti gli animali possano essere finalmente liberati dai lager di tortura – dice Daniela Filippi, coordinatrice Lava Liguria – il presidio di oggi ha lo scopo di sensibilizzare la popolazione su questo tema in vista del grande corteo che si svolgerà martedì 8 maggio, ribattezzata la ‘Giornata mondiale contro “Green Hill e la vivisezione'”.

Il giorno successivo, cioè il 9 maggio presso la XIV Commissione del Senato verranno presentati gli emendamenti al testo dell’articolo 14 per il recepimento della Direttiva Europea sulla sperimentazione animale. “Sappiamo benissimo come le lobby della farmaceutica abbiano lavorato per fare pressione sui senatori e stiano chiedendo di applicare la Direttiva senza restrizione alcuna, ma sappiamo anche che l’86% degli italiani è contrario alla vivisezione e vuole chiuso Green Hill subito e ha applaudito la liberazione in pieno giorno dei cani da questo inferno” scrivono gli animalisti sul sito “Fermare Green Hill”.

Così martedì 8 maggio si terranno cortei di protesta in tutta italia e in moltissime città del mondo, da Parigi a Berlino, da New York a Madrid. A Genova l’appuntamento è per le 14 in piazza Caricamento.

Più informazioni