Sport

Giro d’Italia, Serravezza-Sestri Levante: tutto il percorso della dodicesima tappa

Sestri Levante. La città è pronta per accogliere la dodicesima tappa del Giro d’Italia, la Seravezza-Sestri Levante, lunga 155 chilometri. La frazione, lunga 155 chilometri, partirà dalla provincia di Lucca e approderà in provincia di Genova. La partenza è prevista sulla Provinciale 9, alle 13,05, l’arrivo in viale Mazzini, fra le 17 e le 17,30.

Si tratta di una frazione di montagna, che gli organizzatori della 95/a edizione della corsa rosa definiscono intensa e impegnativa negli ultimi 100 km. La prima parte è pianeggiante e porterà la carovana verso La Spezia, con una sola salita breve prima della discesa verso Lerici. Dopo La Spezia non ci saranno più tratti in pianura e si susseguiranno quattro Gran premi della montagna: nell’ordine, La Foce (4/a categoria, a 240 metri d’altezza, dopo 56,4 km), il Valico di Guaitarola (3/a categoria, 617 metri, al km 95), il Valico La Mola (2/a categoria, 653 metri, al km 125,4), Villa Tassani (3/a categoria, 323 metri, al km 146,8).

Il traguardo volante si troverà a Carro, al km 118. Da La Spezia fino alla fine della tappa si percorreranno strade di carreggiata prevalemente ridotta, piene di curve di saliscendi. Dal Gpm di Villa Tassani mancheranno 11 km all’arrivo. Il finale è in salita, ancora con curve, controcurve e pendenze attorno al 7 per cento, ma con punte dell’11 per cento, in prossimità dell’abitato di Cardini. Discesa tecnica per arrivare fino all’abitato di Sestri Levante.

Gli organizzatori segnalano un ponte con strettoia a 4.500 metri dall’arrivo, prima di entrare in città tramite viali larghi e rettilinei, con alcune rotatorie. A 750 metri dall’arrivo c’é un restringimento di carreggiata e una curva a ‘u’ posta all’altezza -500 metri, che immetterà sul rettilineo finale largo 6,5 metri. Il Giro d’Italia ha già proposto tre arrivi a Sestri Levante: nel 1960 vinse Gastone Nencini (con partenza da Carrara, 12/ tappa); nel 1962 toccò a Graziano Battistini (il via da Salsomaggiore, 2/a tappa); nel 2006 trionfò lo spagnolo Horrach. Sestri Levante è stata inoltre sede di partenza della spettacolare e lunga cronometro delle Cinque terre (12/a tappa) valida per il Giro del centenario, nel 2009: quella volta vinse il russo Denis Menchov, che poi avrebbe conquistato la maglia rosa a Roma.