Genova, sicurezza stradale e udito: tornano le visite dell’Automobile Club

Genova. La sicurezza stradale si può fare anche attraverso il corretto funzionamento dei nostri principali sensi: la vista e l’udito. E’ quello che l’Automobile Club di Genova in collaborazione con l’OA Group S.p.a. (Ottici Associati) e Audibel S.r.l., si prefigge di fare. A grande richiesta riprendono gli appuntamenti per effettuare i due screening – vista e udito – che sono completamente gratuiti, l’automobilista otterrà una scheda di valutazione che potrà in seguito, se necessario, far visionare da un medico specialista.

Per prenotazione è necessario telefonare al numero 010 5394317. Nel mese di maggio sarà possibile effettuare gli screening gratuiti nei seguenti orari e sedi: Giovedì 17 maggio e Giovedì 31 maggio a Chiavari presso la delegazione dell’Automobile Club di Genova (Corso De Michiel, 83 – Tel 0185-307655). Lunedì 21 maggio e Lunedì 28 maggio presso la sede dell’Automobile Club di Genova (Viale Brigate Partigiane).

L’importanza di una vista efficiente è ormai un presupposto fondamentale per poter guidare con un pieno controllo del proprio veicolo. Di conseguenza è innegabile come l’incremento dei controlli per gli automobilisti della vista ed udito favoriscano una maggiore sicurezza sulla strada per tutti.

Questo delicato argomento è stato illustrato recentemente dal prof. Renato Pocaterra, ottico optometrista e ricercatore presso l’Università di Milano Bicocca, il quale ha presentato alcuni dati statistici forniti dall’Istituto Nazionale di Statistica italiano secondo cui il 59% degli incidenti stradali dipende da cause direttamente legate alla percezione visiva. Inoltre, l’Università di Milano Bicocca stessa ha rilevato che in Italia una persona su tre ha difetti visivi oltre il livello minimo consentito dalla legge.

Ovviamente anche l’udito gioca un ruolo chiave in ottica di sicurezza stradale. A suffragare quest’affermazione esiste una recente ricerca medica condotta, a livello nazionale, dalla Clinica Otorinolaringoiatria dell’Ospedale Molinette di Torino, guidata dal professor Carlo Giordano. L’indagine ha raccolto dati interessanti: è stato, infatti, evidenziato che i deficit uditivi insorgono generalmente dopo i 60 anni, ma che “il 50% delle persone che ne soffrono sia convinto di non aver alcun problema”- spiega Giordano. Non solo: “Una percentuale compresa tra il 15% e il 16% del campione preso in esame” – tutti con problemi d’udito – prosegue il professore, “presenta anche problemi di sonnolenza, alterazioni dello stato di vigilanza (tra il 6,9% e il 24,7%) e un’alterazione della soglia d’attenzione (tra il 5,5% e il 8,8%)”.

“Il fattore umano è universalmente considerato come la causa più importante degli incidenti stradali e in quest’ambito giocano un ruolo fondamentale i deficit sensoriali (udito e vista) – dichiara il Direttore dell’Automobile Club di Genova Susanna Marotta – ed è proprio per questo che abbiamo voluto farci carico di questa nuova iniziativa che si svolgerà a Genova lunedì 20 febbraio presso la Sede dell’Automobile Club di Genova di Viale Brigate Partigiane”.

Più informazioni