Genova, asilo dell'orrore Cip&Ciop: chiesti 8 e 6 anni per le maestre - Genova 24
Cronaca

Genova, asilo dell’orrore Cip&Ciop: chiesti 8 e 6 anni per le maestre

tribunale

Genova. Il pm Silvio Franz ha richiesto otto e sei anni di reclusione rispettivamente per Anna Laura Scuderi ed Elena Pesce, le due maestre accusate di aver maltrattato i bimbi dell’asilo di Pistoia Cip & Ciop, soprannominato in seguito “asilo dell’orrore”.

Le due maestre furono arrestate il 2 dicembre 2009 con l’accusa di maltrattamenti in concorso continuati su minore. Dopo l’arresto delle donne l’inchiesta fu trasferita a Genova perché uno dei bambini dell’asilo è figlio di un magistrato toscano e, per questo, non poteva occuparsene la Procura di Pistoia.

La requisitoria del pm è durata circa un’ora. Dopo l’esito della perizia psichiatrica sui bimbi il pm aveva contestato i maltrattamenti aggravati dalle lesioni gravi: 15 dei 18 bambini esaminati, infatti, manifestavano sintomi da stress post traumatico.

Stamani davanti al gup Roberto Fucigna, nel processo con rito abbreviato, le maestre non erano presenti all’udienza. Il perito che aveva effettuato la perizia psichiatrica su Anna Laura Scuderi l’aveva giudicata “instabile ma in grado di stare in giudizio”. Il professor Gianluigi Rocco aveva sostenuto che sulla maestra non era da applicare il vizio di mente.

Prossima udienza il 16 maggio, con le conclusioni dei legali che difendono le maestre.

Oltre alla Scuderi e alla sua collega Pesce, arrestate il 2 dicembre del 2009, sempre a Genova davanti al gip Silvia Carpanini si tiene anche il processo che vede Donatella Giovannini responsabile dell’unità servizi integrativi per l’infanzia del Comune di Pistoia e la cuoca del nido, Sandra Bompani: entrambe devono rispondere di maltrattamenti in concorso.

Per questo stralcio di processo la prossima udienza è fissata per il prossimo 31 maggio.

Più informazioni