Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Finmeccanica, il segretario nazionale Fiom Maurizio Landini a Genova: “Serve giornata di mobilitazione unitaria”

Genova. Maurizio Landini, segretario nazionale Fiom Cgil, oggi a Genova per l’assemblea nazionale della Fiom delle aziende di Finmeccanica, lancia la mobilitaizone: “Proponiamo una giornata di mobilitazione unitaria, ci aspettiamo risposte positive da Fim e Uilm.

“Finmeccanica è un bene del Paese – ha spiegato il segretario nazionale della Fiom – Di fronte alla crisi non se ne può uscire cancellando il sistema industriale. Finmeccanica si salva con investimenti, facendo delle scelte, potenziando le attività che ha e non dismettendo o svendendo Ansaldo Energia o il settore ferroviario. Vendere ora equivale a svendere. Serve una politica industriale pubblica. I tempi sono stretti. Non escludiamo che Finmeccanica
possa in alcuni settori ricercare alleanze. Ma siamo contrari alle vendite perché vuol dire dismettere un patrimonio di
competenze”.

“Mi pare che nel mondo, a partire dagli Usa, ci si ponga il problema delle infrastrutture da realizzare con piani straordinari. Bisogna affrontare questi temi anche guardando i posti di lavoro che possono creare. C’e’
il rischio – ha detto Landini – che interi pezzi del sistema industriale spariscano. Serve un cambio nelle politiche sociali ed economiche del governo”.

Proprio al governo Landini non ha lesinato due critiche: “Il governo prima cambia meglio è. Da quando si è insediato ha tagliato le pensioni e i diritti dei lavoratori e non ha una politica industriale”.