Fastweb, Piredda (Idv): “Nessuna certezza per 720 lavoratori” - Genova 24
Economia

Fastweb, Piredda (Idv): “Nessuna certezza per 720 lavoratori”

maruska piredda idv

Oggi a Milano la protesta che il 14 maggio si sposterà in Svizzera sotto la sede della Swisscom, proprietaria della Fastweb. I dubbi maggiori sul destino dei 600 dipendenti (di cui 14 della sede di Genova) che saranno ceduti alla Visiant, oggi in amministrazione giudiziaria

Questa mattina Maruska Piredda, consigliere regionale in Liguria e responsabile Lavoro Welfare di Italia dei Valori per Liguria e Lombardia, ha partecipato alla manifestazione di protesta dei lavoratori di Fastweb spa che si è tenuta a Milano sotto la sede dell’azienda di tlc.

“La protesta – spiega Piredda – nasce dal timore dei lavoratori di poter conservare il proprio posto dopo che, dal primo luglio, saranno ceduti alla Visiant next spa, società controllata da Visiant conctact srl della holding Visiant spa, oggi in amministrazione giudiziaria. Oltre alle perplessità che scaturiscono dal dubbio stato di salute dell’azienda, a oggi mancano certezze occupazionali per i 720 lavoratori dei rami aziendali Fastweb del customer care e della rete che saranno esternalizzati. Infatti, nei tavoli sindacali che si sono tenuti in questi mesi, non è stato ancora sciolto il nodo sulla durata della commessa a cui i lavoratori ex-Fastweb dovranno lavorare in out sourcing. Inoltre, non esistono garanzie occupazionali per il dopo-commessa, a cui la cessione stessa è vincolata”.

A quanto risulta, dei 720 dipendenti Fastweb, in 120, tutti operatori della rete, potrebbero essere ceduti alla Hauwei e in 600, tra rete e customer care, alla Visiant. “Sul destino di questi si addensano le maggiori incertezze. I posti di lavoro a rischio interessano quasi tutte le sedi Fastweb in Italia. I numeri maggiori riguardano: Milano con circa 260 dipendenti, Catania con circa 250, Roma con circa 70, Torino con 30, Napoli con 35, Bologna con 20 e Genova con 14. Occorre sottolineare che i rami d’azienda che Fastweb ha intenzione di esternalizzare sono in attivo e rappresentano il fiore all’occhiello di un’azienda di tlc leader nell’altissima velocità con un know how d’eccellenza a livello nazionale. Per rivendicare certezze contrattuali e gli attuali livelli occupazionali, i lavoratori Fastweb hanno organizzato per il 14 maggio una manifestazione, a cui parteciperò, in Svizzera, sotto la sede della Swisscom, la compagnia telefonica elvetica che dal 2007 ha iniziato l’acquisizione di Fastweb completata poi nel 2011 con il raggiungimento della proprietà del 100% del pacchetto azionario”.