Energie rinnovabili, Zanchini (Legambiente): “La Liguria deve puntare su risparmio energetico ed efficienza”

Liguria. Negli ultimi anni la Liguria ha fatto grandi passi in avanti per quanto riguarda le energie rinnovabile, ma secondo Edoardo Zanchini, vice presidente nazionale di Legambiente, c’è ancora molto da lavorare. Lo ha dichiarato stamattina durante l’inaugurazione del parco eolico di Naso di Gatto, a cui ha preso parte anche il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando.

Il parco savonese ha le pale eoliche più grandi nel nord Italia, che hanno inoltre la particolare caratteristica di avere un sistema antincendio e ripetitori telefonici. “E’ un impianto particolare, che può diventare un vero e proprio modello, anche perché nonostante le dimensioni delle 4 torri si integra bene con il paesaggio – ha spiegato Zanchini – La Liguria sta crescendo nell’energia eolica, mentre sulle altre fonti va un po’ lentamente, sia rispetto al fotovoltaico che al solare termico”.

“Bisogna fare di più, ad esempio attraverso il solare le case potrebbero risparmiare nelle bollette sia per il riscaldamento che per la produzione di energia elettrica, quindi si avrebbe la possibilità di aiutare le famiglie e le aziende – conclude il vice presidente di Legambiente – Comunque, la ricetta migliore per la Liguria è quella di puntare su risparmio e ed efficienza e integrare le rinnovabili”.