Economia

Crisi e suicidi, Burlando incontra il direttore dell’Agenzia delle Entrate: “E’ ora di agire”

Genova. Il tasso di suicidi segue la curva dell’andamento economico di un Paese e in Italia sono aumentati esponenzialmente dall’inizio dell’anno. Il dato tragico rilevato dalla Cgia di Mestre, infatti, indica 32 imprenditori che si sono suicidati dall’inizio del 2012, per cause legate anche alla crisi economica. Anche Genova incomincia a non essere esente da questo tragico fenomeno, tanto che nelle scorse settimane si sono verificati un paio di casi di tentato suicidio proprio legati a problemi economici.

L’ultima manifestazione di preoccupazione, infine, è stata quella di alcuni commercianti di Sestri Ponente, che in piazza Baracca hanno esposto sagome di impiccati ai lampioni della luce. Una forte e significativa protesta contro la crisi e i suicidi.

Proprio per parlare di questa delicata situazione, oggi pomeriggio il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, incontrerà il direttore dell’Agenzia delle Entrate Attilio Befera, nell’ambito di un tavolo tecnico insieme a Camera di Commercio, e associazioni di categoria. L’obiettivo, fra gli altri, è quello di creare uno sportello per le emergenze per evitare che anche in Liguria si verifichino episodi drammatici. “Non basta più indignarsi, è tempo di agire”, ha detto Burlando.

Intanto ieri si scatenata la polemica su Facebook e Twitter, dopo le affermazioni rilasciate dal Presidente del Consiglio Mario Monti. I suicidi degli imprenditori “dovrebbero fare riflettere chi ha portato un’economia a questo stadio non chi cerca di farla uscire da questo stadio”, ha dichiarato intervenendo alla tavola rotonda ”Crescita e Riforme: l’agenda per l’Italia in Europa”.