Altre news

Costa Concordia: ora la tragedia diventa un brano cantato dai superstiti

Catania. Il terribile naufragio della Costa Concordia diventa un brano musicale cantato da due superstiti. Due naufraghi, il pianista Antonello Tonna, che era sulla nave per lavoro, e la cantante olandese Justine Pelmelay, che col compagno Ronald Van Driel era in crociera per vacanza, domani a Catania presenteranno in anteprima nazionale la canzone che hanno scritto sul naufragio.

Il brano, inciso in Olanda, dal titolo “Il tempo si e’ fermatò” è già su YouTube e parla di “mani che raccolgono un abbraccio” e di un naufragio che “per sempre ci parlerà”. Tonna e Pelmelay saranno tra gli ospiti della sesta edizione del Lions Day Award – Premio Faro Biscari, in programma domani alle 19 nel centro “Le ciminiere” di Catania, dove riceveranno il premio speciale Etnapolis.

Tra gli altri premiati Enzo Maiorca, la cantautrice Aida Satta Flores, l’attore e regista Costantino Carrozza, il pittore e scultore Rosario Genovese, il chitarrista Andrea Quartarone, l’emittente televisiva Telecolor. La manifestazione è stata presentata stamane dal patron Enzo Stroscio.

Durante l’incontro Tonna ha rievocato quei momenti e ricordato Giuseppe Girolamo, il batterista della Costa Concordia che ha perso la vita dopo aver ceduto ad alcuni bambini il proprio posto sulla scialuppa di salvataggio. Pelmenay, in lacrime, ha detto: “Abbiamo ricordi terribili ed è ancora molto difficile per me che sto affrontando una terapia per superare questo trauma. Ma cantare domani, per la prima volta dopo la tragedia, sarà importante”. I ricavi della canzone saranno devoluti ai negozianti dell’isola del Giglio che la notte del naufragio della Costa Concordia prestarono aiuto ai naufraghi.

Più informazioni