Cronaca

Contestazione Genoa: cento i tifosi identificati, c’ è anche dipendente del ministero della giustizia

Genova. Sono circa 100 le identificazioni dei tifosi rossoblu che parteciparono a vario titolo ai disordini di Genoa-Siena, e tra queste c’è anche un autista del presidente del tribunale di sorveglianza, dipendente del ministero di Grazia e Giustizia.

Alla seconda tranche di tifosi genoani viene contestato il fatto di essere passati illecitamente dalla gradinata Nord ai Distinti superando le barriere dello stadio. Tra questi anche l’autista del giudice: lui, come tutte le altre persone colpite dal Daspo, nelle prossime ore saranno iscritte nel registro degli indagati proprio per aver violato le norme sulle manifestazioni sportive. L’inchiesta e’ affidata al sostituto procuratore Biagio Mazzeo.

Nelle prossime ore il questore di Genova firmerà i restanti Daspo in base ad una relazione della Digos.
Gli ultimi provvedimenti di divieto ad assistere alle manifestazioni sportive sono di tre anni e non prevedono
l’obbligo di firma, diversamente ai primi che prevedevano questo e 5 anni di Daspo.