Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Canottaggio, Meeting Nazionale Allievi: genovesi e levantini ai primi posti

Candia Canavese. Il doppio Cadetti (Alessandro Rivanera, Jacopo Tomio) ed il quattro di coppia (Giovanni Cambiaso, Andrea Di Muro, Nicolò Ferruggia, Edoardo Rocchi) dello Speranza Prà, il doppio Allievi C della Canottieri Santo Stefano al Mare (Riccardo Delfino e Luca Cravero), Sofia Tanghetti (Canottieri Sampierdarenesi) nel singolo 7,20 Allieve C, Francesco Zucchi (Sportiva Murcarolo) nel singolo 7,20 Cadetti. Questi equipaggi hanno raggiunto il successo a Candia Canavese, nel campo di regata torinese dove, soltanto per un giorno per colpa del vento, si è svolto il Meeting Nazionale Allievi, Cadetti, Ragazzi e Master con la partecipazione di oltre mille atleti provenienti da buona parte del Nord e Centro Italia.

Nella prova dedicata ai quattro di coppia Cadetti delle rappresentative regionali, la barca di Alessandro Rivanera (Speranza Pra), Luca Zambonin (Canottieri Sampierdarenesi), Francesco Zucchi (Murcarolo) e Gabriele D’Alessandro (Argus Santa Margherita) è filata via verso il bronzo dietro Lombardia e Friuli Venezia Giulia. Non solo ori, ma anche altre importanti medaglie per le società della Liguria. Lo Speranza Prà ha brindato anche al bronzo di Lorenzo Ciollaro, la Canottieri Sampierdarenesi si è goduta anche gli argenti dei singolisti Federica Zetti, Paolo Ferrigno, Luca Zambonin e Lorenzo Gaione, di Giulio Cespi e Alessio Casella (nella specialità del doppio) oltre al bronzo di Giuliana Mazzocchi e della coppia formata da Sara Manigrasso ed Erica Cespi.

Due medaglie le ha vinte anche l’Argus, seconda grazie al doppio (Edoardo Traversone, Gabriele D’Alessandro) e terza con Roberto Bellonzi e Nicolò Caotti. Per la Sportiva Murcarolo oltre all’oro di Francesco Zucchi, Samuel Cucco è salito sul terzo gradino del podio. Alla Velocior Spezia sono andati l’argento di Elia Pennucci ed i bronzi di Giammarco Martini e del doppio di Leonardo Richiusa e Antonio Gandolfo.