Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ballottaggio e astensionismo, Cvdp: “Quella maggioranza democratica e silenziosa”

Genova. L’affluenza alle urne per i ballottaggi di domenica 20 e lunedì 21 maggio si è attestata al dato definitivo medio nazionale del 51,38%.

“Alcune grandi città come Genova e Palermo hanno addirittura “sforato” la soglia psicologicamente rilevante di più della metà degli elettori che non si sono recati a votare, non raggiungendo in questi casi neanche il 40 per cento dell’affluenza, ma non per questo impedendo l’elezione o la proclamazione dei rispettivi sindaci”.

La CVDP, movimento astensionista politico per il rilancio della sovranità popolare, afferma ciò con l’intento di smentire “le inesattezze dichiarate nei giorni scorsi da pseudo-politicanti nazionali che fanno del ‘falso ideologico’ il loro pane quotidiano, sui rischi, gli effetti e le conseguenze di un’impennata ulteriore dell’astensionismo in Italia”.

“Ma se quella astensionistica è stata l’espressione principale della maggioranza degli elettori venuta fuori dalle urne, l’arroganza dei politici italiani intenti a truccare come al solito tali risultanze fa sì che ancora una volta, oltre alla bocca e le orecchie, essi chiudano anche gli occhi, rifiutando ogni sintonia o confronto con questo nuovo ed eclatante aspetto di un dissenso silenzioso, pacifico e democratico, al quale ricorre sempre più la maggioranza dell’elettorato italiano sovrano. Si convincano i politici nostrani della loro sempre più diffusa indesideratezza, e che l’astensionismo italiano è diretta espressione e conseguenza del depredamento e del trafugamento da essi perpetrato, ed effettuato, nei confronti di ogni risorsa e aspirazione di questa lacerata società”.