Cronaca

Attentato Adinolfi, per il ministro Cancellieri rivendicazione attendibile: “Rischio escalation”

Genova. Dopo la rivendicazione dell’attentato a Roberto Adinolfi, l’amministratore delegato di Ansaldo Nucleare, gambizzato lunedì scorso a Genova e dimesso ieri dall’ospedale, continuano le indagini. Secondo il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri “La rivendicazione del Fai per l’attentato a Roberto Adinolfi è attendibile. Almeno abbiamo individuato la matrice e adesso bisogna lavorare”.

“Il rischio escalation esiste, è una situazione che richiede molto rigore. Molta attenzione, bisogna lavorare”, ha dichiarato ancora arrivando al Salone del Libro di Torino dove partecipa ad un incontro su Falcone e Borsellino.

Più cauto, invece, il ministro della Giustizia Severino. “Ci vuole molta cautela prima di indicare una matrice anarchica o distruttiva. Credo che la rivendicazione non sia affatto sufficiente per identificare gli autori di questo orrendo attentato”, ha dichiarato nel corso dell’Intervista di Maria Latella in onda su Sky. “Dobbiamo lasciare tempo agli investigatori” ha aggiunto il ministro, sottolineando che in passato l’Italia ha dimostrato di aver la forza di superare gli anni di Piombo”.