Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sanità, Della Bianca (Gruppo Misto): “Perdita di 130.59 mln di euro evidenziati dai modelli Ce”

Più informazioni su

Genova. “La sanità continua ad essere un vero e proprio tallone d’Achille non solo per l’intero Paese, ma in particolar modo per la nostra Regione – accusa Raffaella Della Bianca, del Gruppo Misto – La Regione prosegue imperterrita lungo la strada della non razionalizzazione dei costi a scapito dei cittadini”.

I modelli Ce delle aziende sanitarie, relativi al pre-consuntivo 2011 (IV trimestre), evidenziano una perdita complessiva di 130,59 milioni di euro.

“Tale importo – continua Della Bianca – si determina in base ai risultati di una gestione straordinaria positiva per 15,87 milioni di euro. Al netto della gestione straordinaria la perdita di sistema sarebbe di oltre 146 milioni. Ma non solo, bisogna tenere presente che tra i ricavi di ricerca corrente, gli IRCCS hanno iscritto 19,066 milioni di euro, mentre in realtà il Ministero della Salute ne ha assegnato ai medesimi 13,746, per cui il risultato complessivo andrebbe a peggiorare di ulteriori 5,32 milioni di euro. I prospetti forniti continuano ad essere affetti (a un quinquennio dalla introduzione) da disomogeneità espositive da parte delle singole aziende, che rendono meno intellegibile l’effettiva situazione. Basti un esempio: la contabilizzazione dell’attività/FSR è inspiegabilmente diversa tra Gaslini e Galliera”.

Le cifre parlano chiaro e proprio su questi dati il consigliere regionale ha presentato un’interrogazione con risposta scritta per avere delle spiegazioni dalla Giunta sull’intera questione.

“Intendo sapere dallassessore Montaldo – conclude Della Bianca – qual è l’effettiva perdita registrata dal SSR nell’anno 2011 e qual è la valutazione della Giunta sulle azioni di efficientamento e presunta razionalizzazione avviate da oltre sette anni, in termini di effettiva riduzione dei costi e miglioramento della risposta assistenziale. Infine, chiedo di conoscere quali sono i risultati economici sperati dalla fusione IST-San Martino, in termini di minori costi nell’anno 2012 rispetto al 2011”.