Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria: Gastaldello il dubbio di giornata, Sagramola la certezza del domani

Genova. Il conto alla rovescia è scattato, Vicenza-Sampdoria va in scena domani al Menti. Partita che conta, c’è chi la considera decisiva. Probabilmente è vero e lo saranno tutte da qui a fine campionato; quando in classifica sei costretto a inseguire, quella dei 3 punti diventa una vera e propria maledizione.

Blucerchiati oggi in campo al al “Centro Divi Sport” di Altavilla Vicentina, mister Iachini potrà finalmente fare i conti con l’abbondanza. L’unico in dubbio è capitan Gastaldello. Solo al termine della rifinitura di questo pomeriggio ci si potrà pronunciare in merito alla sua presenza. Nel caso fosse costretto a issare bandiera bianca, spazio a Volta. Pronta una maglia da titolare per il rientrante Berardi. Tra le novità di giornata anche la presenza di Foggia in campo dal primo minuto. La prestazione fornita dal fantasista napoletano contro il Brescia ha convinto il tecnico blucerchiato a puntare su di lui, a farne le spese Juan Antonio.

Dal Menti passano le speranze promozione della Sampdoria, con un successo la Serie A sembrerebbe ancora più vicina. E quando giochi nel massimo campionato gira tutto per il verso giusto: dai ricavi all’acquisto dei giocatori passando per l’entusiasmo dei tifosi (non il loro calore, quello è uguale in tutte le categorie).

La Serie A è l’unico obiettivo plausibile per questa Sampdoria che ha già cominciato a porre le basi per un futuro vincente. In primis la famiglia Garrone tornerà ad appoggiarsi ad un amministratore delegato. Dopo Beppe Marotta e la breve parentesi Sergio Gasparin quel posto è rimasto vacante e com’è andata a finire è inutile ricordarlo. All’interno di una società quello del’ad è un ruolo di straordinaria importanza, un ruolo che a Corte Lambruschini sarà affidato a Rinaldo Sagramola.

“Sagramola alla Samp? Tutto è possibile- la dichiarazione di Riccardo Garrone –Lo stimo e lo conosco da molti anni. È un dirigente che apprezzo. Vedremo”. Nessuno ha ufficializzato nulla ma non esiste il ben che minimo dubbio, a partire da luglio le strade della Samp e di Sagramola si uniranno. Il dirigente, attualmente alle dipendenze di Zamparini al Palermo, ha annunciato il proprio addio alla causa rosanero, il suo futuro si tingerà di blucerchiato. Che sia A o B, il Doria ripartirà da Sagramola.