Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria-Brescia, il monito di Iachini è sempre lo stesso: “Bisogna buttarla dentro”

Bogliasco. La brutta fermata d’arresto a Crotone non sembra aver incrinato la decisione e la fiducia che Beppe Iachini ha nella squadra. Domani partita importante proprio per la battuta d’arresto di venerdì scorso, sia perché l’avversario corre molto ed è una diretta concorrente.

Formazione ancora indefinita, Nicola Pozzi e Graziano Pellè saranno del gruppo: “Pozzi e Pellè sono rientrati nel gruppo, oggi abbiamo un altro allenamento, oggi aumenteranno intensità e le risposte le avremo stasera, però sono a disposizione. Dovrebbero esserlo”, giocherà chi sta meglio, in questo caso Iachini non potrà fare scelte tattica.

Brescia dunque, squadra di vertice e in forma. Eppure Iachini non ha dubbi: “Le squadre che lottano per la retrocessione sono altrettanto temibili, mettono tanta forza, impeto, noi dobbiamo essere bravi a far spostare l’ago della bilancia dalla nostra parte”.

La ricetta per arrivare a questo è sempre la stessa: “Ci vuole lo spirito giusto. Sarà una partita difficile, loro chiudono gli spazi. Noi siamo stati da gennaio quadrati, organizzati, creiamo buone possibilità, ma non sempre riusciamo a essere concreti. Buttare la palle dentro è fondamentale”.

Buttare la palla dentro. Le occasioni la squadra le crea, ma effettivamente non realizza quanto costruito. “Da gennaio, per quanto ci riguarda, ogni partita è stata fondamentale, a Torino, con il Verona, con la Nocerina, quando sei di rincorsa tutte le partite sono fondamentali, noi spesso e volentieri le abbiamo centrate e fatte nostre. In qualche circostanza non ci siamo riusciti, come a Crotone: prima abbiamo sbagliato il gol e poi abbiamo sbagliato la marcatura perdendo un punto”.

Le ultime parole di Iachini suonano come una promessa: “Vogliamo fare un finale di campionato in crescendo”.