Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pro Loco, Bruna Terrile è stata riconfermata presidente regionale dell’Unpli Liguria

Più informazioni su

Liguria. Bruna Terrile è stata riconfermata presidente regionale dell’Unpli Liguria. Un’elezione che conferma il buon lavoro che la presidente della Pro Loco di Uscio ha compiuto nel corso del suo primo mandato rilanciando ulteriormente il ruolo delle Pro Loco liguri anche a livello nazionale.

“Sono stati tre anni intensi e difficili – ha spiegato davanti alla folta platea dei rappresentanti delle Pro Loco che si sono riuniti a Ne in Val Graveglia -. Il 2010 è stato caratterizzato dal gravoso impegno dell’elaborazione dello Statuto approvato poi nel 2011 dall’Unpli nazionale. Come il 2010 anche il 2011 ha visto una mole crescente di impegni istituzionali ricorrendo tra l’altro l’Anniversario dell’Unità d’Italia culminato nell’incontro a Quarto dei Mille”.

L’Unpli Liguria in questo 2011 ha svolto anche un’importante ruolo di promozione della Liguria con la partecipazione ad importanti manifestazioni fieristiche.

“Grazie alla collaborazione e al contributo della Regione Liguria e delle Province di Genova e La Spezia – ha proseguito Bruna Terrile – l’Unpli Liguria ha potuto partecipare con un proprio stand alla Bit di Milano, a Euroflora, all’Expò della Fontanabuona e alla manifestazione Travelling Like Experience”.
Una serie di in iniziative di successo confermate dai numeri. In questi tre anni, sotto la presidenza di Bruna Terrile, si è registrata una crescita delle Pro Loco iscritte che sono passate dalle 137 del 2008 alle 159 del 2011. Così come la vendita delle Tessere Soci sono passate dalle 3400 unità del 2008 alle oltre 5000 del 2011 garantendo, insieme alle quote sociali, una fonte di finanziamento importante per il Comitato regionale e per i Comitati provinciali.

“Gli impegni e le sfide che ci attendono nel futuro sono sempre più ampie – ha concluso Bruna Terrile, rieletta per alzata di mano con soli due astenuti -. Dobbiamo affrontare la riforma in atto delle istituzioni locali e in particolare modo delle Province che fino ad oggi hanno rappresentato un punto di riferimento essenziale per le Pro Loco. Per questo motivo è necessaria un ulteriore sforzo da parte di tutte le Pro Loco che con passione e determinazione lavorano da oltre 130 anni per conservare e tramandare la Cultura e le Tradizioni plurisecolari del nostro Paese”.

Un riconoscimento che è arrivato anche a livello nazionale.
“Non è facile assistere ad assemblee così partecipate – ha commentato il consigliere nazionale Nicola Lo Gatto che ha presieduto l’assemblea -. Una conferma del miglioramento del livello qualitativo delle Pro Loco che riscontriamo a livello nazionale su tutti i fronti grazie anche ad una attenta azione di formazione”.

Una qualità che ormai viene “certificata” anche a livello internazionale.
“A giugno saremo a Parigi a ritirare il riconoscimento da parte dell’Unesco – ha ricordato il presidente nazionale Claudio Nardocci – per il ruolo che le Pro Loco svolgono nella valorizzazione del patrimonio storico e culturale.I nostri progetti hanno sempre di più un respiro europeo e non è un caso che è stata richiesta la nostra consulenza per realizzare la prima Pro Loco fuori dall’Italia a Siviglia”.

Il nuovo organigramma dell’UNPLI ligure risulta così composto : Bruna Terrile (Pro Loco Uscio) , presidente ; Gianni Boffredo , vice presidente (Pro Loco Ortonovo – Sp) ; Andrea Traversoni , segretario (Pro Loco Zignago – Sp) . I Consiglieri : Franco Migliaro (Pro Loco Moneglia) ; Giorgio Antonioli (Consigliere Nazionale di LA Spezia) ; Albertino Negro (Pro Loco Arnasco – Sv) ; Claudio Garibaldi (Pro Loco Val Graveglia – Ge) ; Giuliana Amelotti (Pro Loco Loano – Sv) ; Fulvio Beccagli (Pro Loco Vallecrosia – Im) : Paolo Curti (Pro Loco Poggi Sottosopra – Im) ; Silvano Venturino (Pro Loco Ranzo – Im) ; Vittorio PAita (Pro Loco Calice al Crnoviglio – Sp) ; enRICO Mendace (Pro Loco Vobbia – Ge)