Politica

Polemica su case e reddito, Doria: “Pago le tasse e posso permettermi di dire no a qualunque pressione”

Genova. “Le tasse le pago fino all’ultimo euro, gli affitti sono tutti in chiaro e niente è in nero”. Marco Doria, con il consueto aplomb, rispedisce al mittente le ultime accuse. “Hanno anche parlato di conti in Svizzera, falsità assolute”, aggiunge.

Un chiaro messaggio alla volta sia dello sfidante Enrico Musso, sostenuto dal Terzo Polo, che da settimane pungola l’avversario diretto, sia dell’inchiesta giornalistica di un quotidiano locale secondo cui il candidato sindaco del centrosinistra avrebbe un ingente patrimonio immobiliare taciuto ai suoi stessi elettori. “Propaganda elettorale contro di me, dicendo anche cose false”, rincara oggi a margine di un evento a Palazzo Ducale.

I dettagli sulla sua situazione patrimoniale sono stati resi noti direttamente dall’interessato e quindi pubblicati: 6 appartamenti (di cui 5 affittati e uno di residenza), 2 negozi, un box, una quota di palazzo Doria e due alloggi.

Il contropiede di Doria arriva alla fine: “Nell’impegno politico non ho nulla da guadagnare ma solo da perdere”. Inoltre “ho la possibilità di dire no a qualunque tipo di pressione mi venga fatta – conclude, ricordando quanto detto qualche tempo fa – un vantaggio per l’indipendenza della persona”.