Ora il Genoa è appeso a un filo: da Bologna altra sconfitta 3 a 2

Bologna. Buona la prima, si era detto. Nonostante il risultato. A Dall’Ara contro un Bologna sazio il Genoa deve portarsi via i 3 punti. Mister Gigi De Canio tenta il tutto per tutto per cercare di vincere la sfida contro il Bologna e rilancia il 4-1-4-1.

Il Genoa parte con Frey, Mesto, Granqvist, Kaladze, Moretti in difesa, Birsa, Kucka, Belluschi, Rossi, Sculli a centrocampo, Palacio unica punta. Il Genoa comincia bene, appare brillante, ma al 24′, però, ecco arrivare un bel gol del Bologna, che si porta in vantaggio sui rossoblù, grazie a una punizione di Diamanti, su cui Portanova schiaccia in porta.

Il Genoa si organizza e ha due occasioni, ma niente da fare e al 38′ ecco il raddoppio del Bologna con Ramirez. Sotto di due a fine primo tempo. Prende il via il secondo tempo con la palla al Bologna, che trova subito un’occasione con Morleo che ferma la ripartenza del Genoa e Ramirez che va via a destra e pennella un cross appena alto per Di Vaio. Il Genoa prova a reagire.

Un un bel tiro di Kucka, che salta al limite Portanova e tira, ma Agliardi mette in angolo. Poi ci prova Kalazade ma la palla finisce sulla traversa. Il gol della speranza arriva al 14′ e lo fa il solito Rodrigo Palacio ad accorciare le distanze.

Il Genoa sembra crederci, De Canio osa e mette dentro anche Jorquera al posto di Belluschi, ma le speranze del Genoa si spengono subito: al 22’ Garics  fa il 3 a 1. Nel momento migliore il Genoa viene punti e va in bambola, Mesto ammonito per un fallo su Morleo e un po’ di nervosismo.

Ancora Palacio concede una flebile speranza ai rossoblù: parte in contropiede, tiene palle per 30 merita, doppio dribbling, scarico per Jorquera che fa gol.

Il Genoa ci prova fino alla fine, dai calci piazzati di Jorquera Kucka ci prova di testa a tempo scaduto, ma Agliardi para. Poi ancora di testa Sculli ma la mira è sbagliata.

Finisce con un’occasione per gli emiliani, tra nervosismo e rammarico. Le speranze mietute dalla prestazione di San Siro si sono già infrante a Bologna, dove la squadra di casa ha conquistato i suoi 45 punti che già da stasera potrebbero significare salvezza

Per il Genoa la salvezza passa invece dalle prestazioni del Lecce che oggi ha il Parma e mercoledì la Juventus. Bisognerà tifare per gli altri.